Principale Ambiente & Salute Convegno ad Altamura sulla gestione della malattia di Parkinson

Convegno ad Altamura sulla gestione della malattia di Parkinson

23 settembre presso Ospedale della Murgia “F.Perinei” convegno rivolto a infermieri, fisioterapisti, psicologi, farmacisti territoriali e ospedalieri.

info  080 5021948

La malattia di Parkinson è la seconda più comune patologia neuro-degenerativa dopo l’Alzheimer.

È una malattia a progressione lenta che colpisce il sistema nervoso centrale: è causata dalla morte dei neuroni dopaminergici con conseguente calo dei livelli di dopamina, il neurotrasmettitore deputato al controllo del movimento.

Il Parkinson colpisce in Italia circa 250.000 persone, numero destinato a raddoppiare nei prossimi 15 anni dal momento che ogni anno si registrano circa 6.000 nuovi casi, con un’incidenza da 1.5 a 2 volte maggiore negli uomini rispetto alle donne.

Nonostante il Parkinson venga spesso etichettato erroneamente come malattia della terza età, una persona su 5 ha meno di 50 anni al momento della comparsa dei sintomi iniziali.

Tutto ciò dà luogo a pesanti ripercussioni sulla qualità di vita di migliaia di famiglie, soprattutto perché non esiste ancora una cura definitiva della malattia, né sono state individuate soddisfacenti strategie preventive.

A fronte di questa situazione si rileva anche una certa impreparazione del sistema sanitario nella presa in carico dei pazienti affetti dal morbo: sono infatti pochissimi in Italia i centri di cura specializzati, e solo alcune Regioni hanno definito un apposito Percorso Diagnostico-Terapeutico Assistenziale (PDTA).

La ricerca scientifica è l’unica speranza di sconfiggere la malattia accanto alla diffusione sempre più capillare di Centri Ospedalieri e Territoriali capaci di fornire risposte innovative ed inclusive ai soggetti affetti da tale patologia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.