Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli “Ce lo avevano detto” è il nuovo singolo de La Convalescenza

“Ce lo avevano detto” è il nuovo singolo de La Convalescenza

Fuori da sabato 10 settembre 2022 il nuovo singolo de La Convalescenza dal titolo Ce lo avevano detto. La band alt-rock di Modena ci regala un nuovo capitolo musicale dal caratteristico sound energico e oscuro, un pezzo dedicato a tutti coloro che almeno una volta nella vita si sono sentiti in bilico tra il desiderio di costruire e quello di distruggere.

Ce lo avevano detto che ci sarebbe servito un lavoro.
Ce lo avevano detto che avremmo dovuto mettere su famiglia.
Ce lo avevano detto che avremmo dovuto costruire qualcosa.
E magari lo abbiamo anche fatto, e pure decentemente, ma quando guardi il frutto di tutta quella fatica senti il brivido lungo la schiena, quella domanda che ti fa dire:
“Potrei distruggere tutto in un attimo, basta una sola parola, un momento”
e sai di poterlo fare, ma non sei terrorizzato e basta, sei anche un po’ curioso di sapere cosa possa succedere dopo.“Ce lo avevano detto” è l’elastico che ci fa oscillare fra il restare e il fuggire, fra il costruire e il distruggere.

(La Convalescenza)

Scopri il brano su Spotify: https://spoti.fi/3Bp7KDF

BIO:
La Convalescenza nasce a Modena nel 2016 con la pubblicazione dell’EP L’Eco della clessidra, disco diretto, carico della rabbia dei vent’anni. La necessità di scoprire nuove sonorità porta all’introduzione di un sound più moderno da cui deriva la successiva pubblicazione nel 2019 dell’EP Palafitte di creta, disco che definisce l’identità più sincera che la band vuole mostrare sul palco. Sul finire del 2021 La Convalescenza pubblica il singolo Resta Nostro e pochi mesi dopo segue Via Lattea. A maggio 2022 esce invece il singolo Estinguersi Ancora. Dovendosi definire, la band si descrive così: “Cosa abbiamo davvero da difendere? Forse, superati i trent’anni, è una domanda 

 

doverosa, ma La Convalescenza non dà risposte, apre solo le porte sulle nostre paure, sui dubbi che ci accompagnano. La Convalescenza è ascoltarsi come si fa con i temporali. La Convalescenza è guardar crollare tutto senza sapere cosa sia giusto fare e se davvero sia giusto fare qualcosa. La Convalescenza è sentire una galassia dentro e non saperla esprimere. La Convalescenza è morire individui per rinascere iene, puttane, falene”.

Instagram
Facebook
Spotify
YouTube

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.