Principale Arte, Cultura & Società Gravina in Puglia – Torna il raduno dei Cortei storici

Gravina in Puglia – Torna il raduno dei Cortei storici

Dal 16 al 18 settembre torna il raduno dei cortei storici Sabato 10 settembre, ore 11:00 presso il comune, la conferenza stampa di presentazione

 

Dopo due anni di stop imposti dalla pandemia da Covid-19, il centro storico di Gravina si veste a festa per il tradizionale Raduno dei cortei storici in programma dal 16 al 18 settembre. La conferenza stampa di presentazione dell’evento si svolgerà sabato 10 settembre, con inizio previsto alle 11:00 a Palazzo di Città alla presenza del sindaco di Gravina, Fedele Lagreca e dei referenti del Centro Studi Nundinae, organizzatori dell’evento.

Tre giorni dedicati alla rievocazione storica in diverse location del centro storico.

Si parte venerdì 16 a Palazzo di Città con la cerimonia inaugurale.

Sabato sera appuntamento in piazza della Repubblica dove l’imperatore Federico II di Svevia si presenterà alla città.

Domenica, invece, sarà  una giornata ricca di appuntamenti a partire dal mattino in piazza Pellicciari con il raduno dei gruppi storici mentre è previsto per le 18 presso la pineta comunale  la partenza del grande corteo  che vedrà oltre 700 figuranti e quasi venti gruppi provenienti da altre regioni italiane, sfilare per le vie principali del paese sino a piazza Benedetto XIII con il grande spettacolo conclusivo.

 

Dichiarazione del Sindaco di Gravina Dott. Fedele Lagreca

Il raduno dei cortei storici rappresenta per questa amministrazione il primo grande evento di festa da quando ci siamo insediati. Per questo ci siamo messi a disposizione dell’associazione Nundinae per regalare alla cittadinanza gravinese tre giorni di festa e di spensieratezza senza dimenticare le nostre origini e il grande ruolo che Gravina ha avuto nella Storia. Ringrazio di cuore l’associazione Nundine per l’impegno profuso.

 

Dichiarazione del Consigliere del Centro Studi Nundiane Beppe Rubini

Quando abbiamo iniziato a lavorare per l’organizzazione di questo evento eravamo molto preoccupati tanto per la pandemia quanto per le note vicende internazionali che di fatto hanno impedito a tanti gruppi stranieri di partecipare. Ora siamo fiduciosi e soprattutto contenti di avere messo a punto un atre giorni che regalerà gioia e orgoglio alla nostra comunità. Una grande festa medievale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.