Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli Con Rita Marcotulli il prossimo 8 settembre l’appuntamento del “Festival I Concerti...

Con Rita Marcotulli il prossimo 8 settembre l’appuntamento del “Festival I Concerti del Chiostro”

Una grande musicista atterra nel programma musicale del Festival I Concerti del Chiostro per un concerto che sarà il racconto di storie attraverso le note. Un viaggio immaginario che prende ispirazione dalla vita di tutti i giorni dell’artista, dalla natura delle esperienze, dalla musica dei diversi colori del mondo. Composizioni originali ma anche suggerite dalle emozioni del momento con una buona parte di improvvisazione. Omaggio al cinema e ad autori popolari italiani come Modugno e Pino Daniele. Un programma che può variare a seconda della sensibilità della Marcotulli con l’aggiunta di standard, improvvisazioni o nuovi brani per uno spettacolo da non perdere.

Dopo i due straordinari concerti, apprezzati dal numeroso pubblico di Soleto e Cutrofiano, sarà la pianista Rita Marcotulli la protagonista del primo dei tre appuntamenti a Galatina del Festival I Concerti del Chiostro, la rassegna musicale diretta dal M° Luigi Fracasso con il Patrocinio del Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce e in collaborazione con il Club Unesco.

Pino Daniele, Ares Tavolazzi, Paolo Fresu, Andy Sheppard, sono soli alcuni dei nomi con i quali Rita Marcotulli, apprezzata pianista in campo internazionale ha lavorato. E noi proprio con Paolo Fresu l’abbiamo vista di recente in un concerto raccontato per il Corriere di Puglia e Lucania. Ma non ci dispiace doverla raccontare ancora anche se stavolta in un concerto che la vedrà sola esibirsi a Galatina, in provincia di Lecce, sede istituzionale del Festival I Concerti del Chiostro che ha voluto chiamarla alla sua corte musicale.

Rita Marcotulli è un nome che riporta alla mente le sue collaborazioni con Pino Daniele, Pat Metheny, Giorgio Gaber, Gino Paoli, Noa ed altri. La levatura dell’artista parla da sola: pianista e compositrice tra le più affermate ed apprezzate a livello internazionale, inizia la sua carriera sul finire degli anni ’80 e grazie a prestigiose collaborazioni – e solo per citarne alcune, Peter Erskine (batterista jazz statunitense), Joe Henderson (sassofonista jazz statunitense), Joe Lovano (sassofonista, clarinettista e batterista statunitense), Enrico Rava (compositore e trombettista, filocornista), Andy Sheppard (sassofonista più volte vincitore del British Jazz Award) -, si afferma in breve tempo come una figura importante a livello internazionale sulla scena jazz contemporanea.

Nel 1987 la rivista Musica Jazz la vota come Miglior Nuovo Talento e nel 1998 il Guardian la premia il suo The woman next door come miglior disco dell’anno; l’anno successivo, nel 1989, entra a far parte nel gruppo di Billy Cobham con il quale si esibisce in tutto il mondo, e nel 1992 si unisce al gruppo di Dewey Redman con cui collabora per 15 anni suonando in tutta Europa e in Sud America. Importanti anche le sue collaborazioni con musicisti del Nord Europa che portano nuove musicalità nel suo incessante percorso di ricerca.

Durante la sua lunga permanenza in Svezia nascono le preziose collaborazioni con Palle Danielsson (contrabbassista svedese che ha suonato a lungo con Keith Jarrett)), Marilyn Mazur (batterista e pianista statunitense), Jon Christensen (batterista norvegese), Nils Petter Molvaer (trombettista norvegese considerato il precursore del New Jazz), Anderson Jormin (contrabbassista svedese), Tore Bruborg (compositore e sassofonista norvegese), Bobo Stenson (pianista svedese) e John Taylor. Da metà degli anni ’90, forte di una così ricca e variegata esperienza internazionale, torna in Italia alternando propri progetti nel jazz a collaborazioni nel mondo della canzone tra cui con la formazione Pino Daniele – Pat Metheny ed ancora Giorgio Gaber, Gino Paoli, Noa.

Nella sua eclettica carriera anche il cinema ha il suo spazio: nel 2009 realizza la colonna sonora del film “Basilicata coast to coast”, di Rocco Papaleo, per la quale ha ricevuto il Ciak d’Oro nel 2010, il Nastro d’Argento per la migliore Colonna Sonora e il David di Donatello come miglior musicista nel 2011, prima donna in assoluto a ricevere questo premio. Nel 2019 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella la nomina Ufficiale della Repubblica. Sempre nel 2019 viene nominata membro della Royal Swedish Academy of music. Per il Festival I Concerti del Chiostro, Rita Marcotulli In programma sue composizioni e poi omaggio al cinema e ad autori italiani.

La sua fonte di ispirazione è vasta e include anche influenze dalla musica brasiliana, africana e indiana.

Non ascoltarla in formato live almeno una volta resta una lacuna quando si è appassionati non solo di jazz ma di musica di alta qualità anche perché, qui si ha a che fare con una grande donna ed una grandissima artista.

L’appuntamento è per l’8 settembre a Galatina nell’Ex Convento di Santa Chiara alle ore 21. In caso di maltempo, l’evento si terrà nel Teatro Cavallino Bianco di Galatina.

Il costo del biglietto è di euro 8,00. La prevendita è attiva su www.diyticket.it – posto unico.

Il botteghino sarà aperto l’8 settembre dalle ore 18.30 presso l’Ex Convento di Santa Chiara.

Per info: 331 4591008

www.iconcertidelchiostro.it

Facebook – Instagram I Concerti del Chiostro

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.