Principale Cronaca I vincitori del Contest fotografico Sentinelle del Mare premiati

I vincitori del Contest fotografico Sentinelle del Mare premiati

Uscita didattica sull’imbarcazione storica Portus Veneris di Tricase.

L’uscita didattica sull’imbarcazione Portus Veneris di Tricase è stata il premio del contest fotografico “Sentinelle del Mare”, promosso nel progetto AETHER, nell’ambito del programma Interreg Grecia-Italia.

L’obiettivo è stato rendere partecipi i cittadini nel monitoraggio e nella segnalazione delle emergenze ambientali, il tutto lavorando in una logica di cooperazione che vede come principale interlocutore il territorio greco in quanto Italia e Grecia condividono un problema comune: l’inquinamento del bacino Mediterraneo.

Il concorso fotografico, lanciato dallo scorso 29 maggio, ha permesso il coinvolgimento attivo dei partecipanti all’interno del fenomeno dell’inquinamento dei mari lavorando nella logica Citizen Science secondo la quale “se partecipi a qualcosa sicuramente avrai più consapevolezza del problema e motivazione a risolverlo”.

La foto che si è aggiudicata il primo premio con più di 400 like sulla pagina Facebook del progetto AETHER si intitola “SiAmo Taranto” ed è ad opera di Giorgia Cofano. È stata scattata al lido Chiapparo, in zona San Vito, a Taranto.

Il progetto AETHER ha premiato la vincitrice con l’esperienza di un’uscita didattica su di un’imbarcazione storica lungo la costa tra Tricase e Santa Maria di Leuca (Lecce). Durante l’uscita didattica, che si è svolta domenica 4 settembre, la vincitrice e gli accompagnatori hanno potuto esplorare i segreti della navigazione a vela grazie alla guida dei rappresentanti dell’Associazione Magna Grecia Mare, esperti di navigazione.

L’imbarcazione storica, ricostruita e restaurata dall’associazione Magna Grecia Mare di Tricase, è oggi il simbolo delle tradizioni, degli antichi mestieri e del Mediterraneo come ponte tra le diverse culture e i popoli.

L’imbarcazione era una delle carrette del mare, senza nome, disalberata e semidistrutta che, come oggi, trasportava persone in fuga dai loro Paesi in guerra.

Durante l’uscita si sono alternati momenti didattici per trasmettere rudimenti della navigazione a vela e momenti di scambio riguardo temi urgenti per la tutela del patrimonio marittimo e ambientale.

Le interviste, le riflessioni di gruppo, e la severa navigazione a vela hanno visto la partecipazione attiva di tutti i presenti sull’imbarcazione, a dimostrazione che nell’equipaggio, come nella vita, è importante l’impegno di ciascuno affinché le azioni corali abbiano un impatto reale e importante per il benessere comunitario.

Il contest fotografico ed il supporto tecnico-scientifico dell’uscita didattica sono stati organizzati da A.S.S.E.T. Puglia (Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio della Regione Puglia), Lead Beneficiary del Progetto di cooperazione Interreg Grecia-Italia AETHER (Alleanza Per Una Gestione Transnazionale Efficace Delle Risorse Ambientali), con il supporto della Naps Lab srls, società che cura il servizio di assistenza tecnica.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.