Principale Cronaca Quali sono i metodi di pagamento più diffusi online

Quali sono i metodi di pagamento più diffusi online

Con l’avvento di Internet si è potuto osservare la digitalizzazione di diversi servizi, a partire da quelli più basilari, come pagare il parcheggio per la propria automobile; ma anche quelli più complessi. Alcune imprese si sono spostate completamente nel mondo dei negozi online, altre invece sono nate da questa novità. La possibilità di rendere in parte e completamente il proprio negozio online porta molti vantaggi al venditore, come l’eliminazione del proprio negozio fisico andando a spedire la merce direttamente al cliente, giungendo ad un abbattimento dei costi.

Tutto il commercio online e l’offerta di servizi si basa su determinati tipi di pagamenti online. Nei primi anni in cui erano spopolati gli e-commerce, per esempio Amazon, il grande colosso del web, nelle persone era presente una forte incertezza riguardo al pagamento. Si era legati ancora al pagamento fisico, e si aveva la paura che il servizio pagato non venisse poi offerto, o ancora peggio che i propri dati bancari inseriti venissero rubati.

Negli anni molte aziende si sono sviluppate nel settore dei pagamenti online per rendere tutto il processo più sicuro e immediato sia per il compratore, ma anche per il venditore.

Tra i metodi di pagamento più comuni ed utilizzati online si possono trovare che carte di credito, le quali non sono totalmente sicure nel caso il sito subisse un attacco informatico e i dati venissero rubati. Bisogna ricordare che nel caso in cui questi dati finissero in mani sbagliate, danno la possibilità al malintenzionato di effettuare transazioni.

Per risolvere questo problema di sicurezza, agli inizi degli anni duemila, vediamo la società PayPal entrare nel mercato. Con l’ausilio di questo servizio tutti i dati sono coperti e al sicuro; in particolare succede che al momento dell’acquisto Paypal preleva l’importo dal nostro conto e lo invia al venditore. in caso di truffe, merce che non corrisponde alla descrizione PayPal andrà a gestire lui tutte le procedure di rimborso nei nostri confronti.

Per quelli ancora meno fiduciosi in queste multinazionali, e ovviare al processo di registrazione dei nostri dati, esistono le carte buono regalo sia in forma di carta di credito, ma anche buoni spendibili solo in determinati negozi online.

Anche le grosse multinazionali come Google e Apple hanno creato il loro metodo di pagamento denominato Google Pay e Apple Pay. Un altro tipo di pagamento online che si è diffuso è Paysafecard. Paysafecard è un voucher che viene accettato in diversi siti. Questo pagamento si basa su un codice da 16 cifre, che vengono fornite quando si va a comprare questo voucher dai rivenditori autorizzati nella propria area. Ci sono, addirittura, casinò con pagamenti Paysafecard. Sicuramente un settore di nicchia ma dal punto di vista dell’innovazione tra i più attenti.

In conclusione è sempre meglio ben informarsi riguardo al miglior tipo di pagamento da utilizzare in base alla piattaforma su cui si fanno i propri acquisti; andando a guardare se sono presenti delle fee di transazione oppure delle vulnerabilità note in tali sistemi.

La scelta migliore rimane Paypal se si vuole usufruire dei soldi presenti sul proprio conto bancario senza andare a compromettere la sicurezza e i dati nel caso di versamento a terzi o riscossione.

Nel caso non si volesse utilizzare il conto, ma si dispone di contanti, la scelta migliore è paysafecard, dove basta fornire i propri contanti ai punti autorizzati e si riceve un voucher spendibile su diverse piattaforme, le quali è sempre meglio controllare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.