Principale Cronaca Gravina in Puglia – Rimozione barriere architettonici sala consiliare

Gravina in Puglia – Rimozione barriere architettonici sala consiliare

Questa mattina (ieri ndr), sotto la supervisione dell’Assessore con delega alle barriere architettoniche, sono iniziati i lavori per consentire l’accessibilità all’aula consiliare del Comune di Gravina a persone con disabilità.

L’intervento, richiesto dalla Consulta per la Disabilità, è nato dalla necessità di rendere facilmente raggiungibile un luogo simbolo di partecipazione cittadina.

I lavori saranno conclusi entro la metà di settembre, prima che il Consiglio Comunale torni a riunirsi.

 

Dichiarazione del Sindaco Dott. Fedele Lagreca

Come promesso qualche settimana fa, oggi sono iniziati i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche presso la sala consiliare del nostro comune.

Un intervento fortemente richiesto nel passato da singoli cittadini ed associazioni che chiedevano soltanto un atto di civiltà e sono orgoglioso di aver prontamente risposto, unitamente alla mia giunta, a questa sollecitazione.

In più occasioni, mi sono trovato in imbarazzo quando alcuni cittadini anziani o con problemi di deambulazione non hanno potuto raggiungere la sala consiliare per assistere ad un incontro pubblico, ad un matrimonio con rito civile o ad una seduta del Consiglio Comunale perché non in grado di salire la scalinata interna.

Rimuovendo questa barriera architettonica, abbiamo reso un servigio a tutte queste persone ma più in generale a questa comunità.

 

Dichiarazione dell’Assessore con delega alle barriere architettoniche

Dal nostro insediamento, abbiamo lavorato per favorire il diritto di accesso a tutti i cittadini alla nostra sala consiliare.

Un altro aspetto importante, che come Amministrazione stiamo iniziando ad affrontare è il PEBA, piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Capiremo presto cosa è stato fatto fin qui e cosa c’è ancora da fare per dare efficacia a questo piano.

Per le pubbliche amministrazioni, la rimozione delle barriere architettoniche deve rappresentare un obbligo morale prima ancora che normativo e noi lavoreremo in questa direzione, supportati dalla Consulta per la Disabilità.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.