Principale Ambiente & Salute Shell Italia, il progetto  “Basilicata leader nella transizione energetica”

Shell Italia, il progetto  “Basilicata leader nella transizione energetica”

Nino Sangerardi

I componenti del Tavolo  Tecnico Permanente—formato da rappresentanti della Regione Basilicata e di Total E&P Italia spa, Shell Italia E&P Italia spa e Mitsui E&P Italia B srl—hanno ritenuto valido il Progetto “Basilicata leader nella transizione energetica” proposto da Shell in quanto  “coerente con gli obiettivi del Piano di sviluppo sostenibile nonché sotto l’aspetto di sostenibilità tecnica, economica finanziaria e sociale”.

L’iniziativa della compagnia petrolifera anglo-olandese, sede principale Londra,  prevede un investimento di 12 milioni di euro. Verrà realizzata da Shell attraverso la sua consociata, detonata al 100%, Sonnen : azienda che nasce in Germania nel 2010 e entra a far parte del Gruppo Shell nel 2019.

Il programma industriale contempla due linee di intervento : costruzione di un Centro di formazione e stabilimento logistico Sonnen in Basilicata per il Centro sud Italia dove si procederà all’assemblaggio di pannelli e batterie di accumulo ; installazione di 70 sistemi energetici—pannelli solari, stazioni di ricarica per auto elettriche—nelle scuole di 35 Comuni lucani.

La Regione Basilicata “ diventerà il laboratorio per il Sud Italia per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici e sarà la prima Regione italiana con 70 sedi scolastiche primarie e secondarie ad impatto energetico pari a zero”.

Per quanto riguarda le unità lavorative Shell comunica che ci saranno 25 posti di lavoro diretti nel Centro di formazione/stabilimento logistico, 25 posti di lavoro diretti ad alata professionalità per la progettazione e installazione dei sistemi energetici, 10 posti di lavoro indiretti nel Centro logistico, 20 posti di lavoro nella fase di costruzione del Centro logistico, attivazione di imprese locali per attività di gestione e mantenimento del Centro, creazione di professionalità e competenze specifiche in un mercato in forte espansione.

Si prefigura inoltre un risparmio per i Comuni di circa 800.000 euro, all’ anno,  una volta completato il montaggio di tutti gli impianti(settanta);  la riduzione di 1.100 tonn/anno di CO2 nell’atmosfera( corrisponde alla piantumazione di 37 mila alberi).

In termini di valore tecnico-economico il programma mette in conto 3 milioni di euro per la messa in opera del Centro di formazione e opificio logistico Sonnen e 9 milioni di euro per allacciamento e manutenzione per tre anni di 70 sistemi Sonnen da parte di una realtà consolidata a livello nazionale e internazionale.

Il sito logistico/formativo potrà nel medio termine diventare Central HUB per l’approvvigionamento e smistamento di merci dall’Asia all’Europa con ulteriore incremento di personale impiegato.

Per lo stabilimento, per il quale è previsto un tempo di progettazione e edificazione di circa 30/36 mesi, andrà individuata una adeguata localizzazione che dovrà tenere presente di una appropriata logistica e accessibilità.

Il progetto relativo all’installazione dei sistemi energetici nei singoli Comuni “ è immediatamente cantierabile senza oneri economici e di gestione burocratica per gli Enti locali”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.