Principale Cronaca “Ai nostri caduti, nel loro ricordo… il monumento”

“Ai nostri caduti, nel loro ricordo… il monumento”

 Inaugurato con una grande cerimonia il monumento ai caduti di Piazza Europa restaurato 

Un momento di grande festa e gioia condivisa da tutta la comunità sangiovannese, preceduto da una conferenza stampa di presentazione dei lavori nel chiostro comunale. È quanto accaduto ieri a San Giovanni Rotondo in occasione della cerimonia di inaugurazione del monumento ai caduti di Piazza Europa, mostrato per la prima volta alla città, dopo la fine dei recenti lavori di restauro conservativo. Il sindaco Michele Crisetti, davanti ad una piazza gremita di gente, ha tirato giù il gigantesco tricolore che avvolgeva il monumento, e in un attimo, un secolo di storia e di memoria è tornato a rivivere negli occhi dei cittadini presenti.

«Oggi il monumento ai caduti è rinato a nuova vita, restituito all’iniziale splendore. Oltre agli importanti interventi strutturali, è una grande emozione per tutti noi che siano stati riportati alla luce e alla nostra memoria tutti i nomi dei soldati sangiovannesi in cui ogni famiglia e tutta la nostra comunità possono ritrovare la propria identità. Un momento che non dimenticheremo – ha commentato il sindaco Michele CrisettiGrazie a quanti lo hanno reso possibile, a quanti con la loro passione e massimo impegno hanno lavorato affinché si potesse raggiungere questo encomiabile risultato per il bene della nostra comunità».

 

«Vorrei rivolgere un invito a tutta la cittadinanza: curiamo questo monumento, vogliamogli bene, qui ci sono i nostri cari. È un’opera di memoria storica che merita il giusto decoro» le parole dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Pasquale Chindamo. 

Nel chiostro comunale è allestita una mostra di approfondimento a tema con foto, info grafiche, notizie sull’intervento di restauro e sulle indagini diagnostiche, aperta al pubblico. 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.