Principale Arte, Cultura & Società Il Premio del Mercatino del Gusto 2022 alla direttrice del MarTA

Il Premio del Mercatino del Gusto 2022 alla direttrice del MarTA

Il Premio del Mercatino del Gusto 2022 alla direttrice del MarTA

Le opere del Museo Archeologico Nazionale di Taranto sono testimonianze della storia del Mediterraneo, dialogo tra civiltà e culture, tra cui la storia dell’alimentazione.

Lo testimoniano soprattutto le numerose iconografie di banchetti e rituali legati al vino, all’olio e al cibo.
E’ quasi naturale quindi che il Museo Archeologico Nazionale di Taranto e il Mercatino del Gusto di Maglie (LE) si incontrassero, nel segno della tradizione, della biodiversità e dello sviluppo sostenibile che è il valore distintivo della kermesse ideata da Michele Bruno, e delle civiltà che ne furono le artefici.
A suggellare questo incontro è il premio conferito alla direttrice del MArTA, Eva Degl’Innocenti, per i risultati raggiunti con il suo lavoro al museo e per la sua capacità di guardare alla storia rendendola attuale, in un dialogo costante tra antico, contemporaneo e durevole, così come celebrato dal leit motiv dell’edizione 2022 del Mercatino.
E’ un riconoscimento al merito dell’attività di Eva Degl’Innocenti e al suo lavoro compiuto al Museo Archeologico Nazionale di Taranto.
La Direttrice Eva Degl’Innocenti dichiara “condivido questa premio con tutto lo staff del Museo poiché lo considero un premio al lavoro di tutta la squadra e di ogni singolo lavoratore”, oltre che alla radice culturale eno-gastronomica pugliese, che dalla Magna Grecia, passando attraverso la cultura romana, bizantina, araba, ebraica, longobarda, normanna, ha lasciato in eredità alla Puglia un patrimonio agrario e agroalimentare che oggi è anche il fiore all’occhiello del nostro export di settore”.
“È doveroso sottolineare il grande merito di Michele Bruno – conclude la direttrice – di essere riuscito in questi anni a rendere il Mercatino un luogo di sintesi dell’eccellenza pugliese, così come l’ho è il MArTA per la storia delle civiltà mediterranee che è in grado di narrare”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.