Principale Cronaca Taranto, spari fra i bagnanti in spiaggia: cinque indagati per tentato omicidio

Taranto, spari fra i bagnanti in spiaggia: cinque indagati per tentato omicidio

Taranto, spari fra i bagnanti in spiaggia: cinque indagati per tentato omicidio

Tentato omicidio, porto illegale di arma da fuoco e spari in luogo pubblico. Sono queste le accuse ipotizzate a carico di cinque tarantini che la Polizia ritiene coinvolti nella sparatoria avvenuta un mese fa nei pressi della spiaggia pubblica di Tramontone, a Taranto. Quel giorno, intorno alle 18, infatti, dopo una lite si affrontarono due gruppi di persone. Ad un certo punto spuntò anche una pistola.

Uno dei contendenti, infatti, dopo aver estratto l’arma cominciò a premere il grilletto a ripetizione, seminando il panico tra i numerosi bagnanti, tra i quali anche diversi bambini. Subito scattò l’allarme e sul posto giunsero le Volanti della Polizia. Dei responsabili della sparatoria, però, non vi era più alcuna traccia. Sul terreno, invece, gli investigatori rinvennero diversi bossoli. Precisamente quattro calibro 7,65, e due proiettili inesplosi. Stando ad una primissima ricostruzione, ad innescare la sparatoria sarebbe stata una lite innescata da motivazioni futili. Uno dei contendenti, durante il diverbio, avrebbe avuto il tempo di allontanarsi presumibilmente per procurarsi l’arma, Con la quale poi avrebbe fatto fuoco contro i rivali.
Sul misterioso e inquietante episodio scattarono immediatamente le indagini dei poliziotti della squadra Mobile, coordinati dal dirigente Fulvio Manco. E già dopo alcune ore, gli inquirenti imboccarono la pista che sembrava essere quella giusta.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.