Principale Estero Nato, il si di Ankara per Finlandia e Svezia

Nato, il si di Ankara per Finlandia e Svezia

Caduto il veto turco, dal vertice di Madrid l’invito dei leader della Nato a Svezia e Finlandia nell’alleanza. Alla presenza, da remoto, di Zelensky. L’annuncio dell’accordo fra Svezia, Finlandia e Turchia è stato dato ufficialmente dal segretario generale dell’Alleanza atlantica, Jens Stoltenberg, durante una conferenza stampa svoltasi dopo che erano state trasmesse le immagini della cerimonia della firma del memorandum d’intesa fra tre paesi.

Assecondate le richieste del presidente turco Erdogan. “Sono lieto di annunciare – ha esordito Stoltenberg – che ora abbiamo un accordo con la Turchia che apre la strada all’adesione di Finlandia e Svezia alla Nato”; i tre paesi “hanno firmato un memorandum che affronta le preoccupazioni di Ankara sulla esportazione di armi (che Svezia e Finlandia finora vietavano verso la Turchia, ndr) e la lotta al terrorismo”. “Nessun alleato – ha affermato il segretario generale della Nato – ha subito attacchi terroristici più brutali della Turchia, incluso dal gruppo terroristico Pkk” il Partito dei lavoratori curdi, che è nella lista Ue delle organizzazioni terroristiche. “I governi di Turchia, Finlandia e Svezia – ha continuato Stoltenberg – hanno deciso di rafforzare la loro cooperazione in materia di lotta al terrorismo. In quanto alleati della Nato, Finlandia e Svezia si impegnano a sostenere pienamente la Turchia contro le minacce alla sua sicurezza nazionale.

Ciò include l’ulteriore modifica della loro legislazione nazionale, la repressione delle attività del Pkk e la stipula di un accordo con la Turchia sull’estradizione”. “Alla luce dei progressi che abbiamo fatto insieme, la Turchia ha accettato di sostenere l’adesione di Finlandia e Svezia alla Nato”, ha aggiunto il segretario generale, ringraziando il presidente turco Erdogan, il presidente finlandese Niinisto e la premier svedese Andersson “per lo spirito costruttivo dei colloqui di oggi.

Nella Nato – ha rilevato – abbiamo sempre dimostrato che, qualunque siano le nostre differenze, possiamo sempre sederci, trovare un terreno comune e risolvere qualsiasi problema”. Stoltenberg ha poi sottolineato che “la politica della porta aperta della Nato è stata un successo storico. Accogliere la Finlandia e la Svezia nell’Alleanza le renderà più sicure, renderà la Nato più forte e l’area euro-atlantica più sicura. Questo è fondamentale – ha concluso – mentre affrontiamo la più grande crisi di sicurezza degli ultimi decenni”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.