Principale Arte, Cultura & Società Formazione & Scuola UniBa per la Giornata mondiale del Rifugiato 2022

UniBa per la Giornata mondiale del Rifugiato 2022

Il CAP Uniba, Centro per l’Apprendimento Permanente dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro (http://www.uniba.it/centri/cap), che dal 2016 sostiene il riconoscimento e la valorizzazione del capitale culturale delle persone con background migratorio, celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato 2022 attraverso 6 progetti accademici e 4 partenariati per promuovere e sostenere concretamente l’integrazione culturale e sociale delle persone rifugiate. EQPR, MATCH, GDLRUIAP, UNICORE, MAXIPAC e MENTORSHIP i progetti nazionali e internazionali attraverso cui passa una collaborazione consolidata del centro di servizi d’Ateneo con Consiglio d’Europa, la Ruiap, UNHCR, OIM e altri partner europei e italiani.

In risposta all’emergenza Ucraina, il CAP di UniBa è impegnato nell’offrire un servizio informativo di supporto al rilascio dell’European Qualifications Passport for Refugees (EQPR) per i cittadini e le cittadine di nazionalità ucraina giunti in Italia a seguito del conflitto bellico e desiderosi di continuare a svolgere in Italia la professione sanitaria (Decreto-Legge 21 Marzo 2022, n. 21, art. 34 – Delega alla disciplina del riconoscimento delle qualifiche professionali sanitarie per medici ucraini).

Il primo medico ostetrico e ginecologo di nazionalità ucraina ad aver beneficiato di tale possibilità è Olena, che ha richiesto l’EQPR a seguito della valutazione preventiva realizzata dal CAP Uniba, con la messa in trasparenza della documentazione dei titoli culturali e la definizione di un profilo professionale presentato al Consiglio d’Europa.

Tra gli eventi che si svolgeranno nella settimana dedicata alla Giornata Mondiale del Rifugiato e a cui partecipa il CAP Uniba: il 21 giugno si riunirà il Gruppo di Lavoro Ruiap per l’integrazione accademica degli studenti e delle studentesse rifugiati, il 22 giugno lo Stakeholder Meeting online promosso dall’OIM nell’ambito del progetto MATCH – Migration of African Talents through Capacity building and Hiring “Sviluppare schemi di mobilità lavorativa in Italia, tra sfide e opportunità”, il 23 giugno si svolgeranno i colloqui di valutazione per la selezione dei candidati alle borse di studio da destinare a tre rifugiati ammessi all’iscrizione ad un Corso di Laurea Magistrale dell’Università di Bari, nell’ambito del progetto UNICORE 4.0 di UNHCR aperto a 8 Paesi africani.

Nell’ambito del progetto europeo MAXIPAC (Maximizing Previously Acquired Competences) che si propone di massimizzare le competenze precedentemente acquisite dei rifugiati e delle rifugiate (titoli ed esperienze) nei processi di istruzione superiore europea, per uniformare le pratiche di integrazione accademica a livello europeo, dal 25 giugno al 1 luglio l’Università di Bari con il Dipartimento di Ricerca e Innovazione Umanistica DIRIUM e il CAP ospiteranno i partner di progetto: Thomas More University (Belgio), University of Lapland (Finlandia), Ekke Institute of Social Research (Grecia) e ad Aegee European student organization (Belgio). Il Partner Meeting si svolgerà presso il Museo Civico di Bari e la settimana di formazione (Partner Week Training) presso il Centro Polifunzionale dell’Università di Bari.

Il training coinvolge il personale docente e tecnico-amministrativo delle università che adotteranno uniformemente la procedura Maxipac per la valorizzazione delle competenze degli studenti e delle studentesse con background migratorio a partire dalla esperienza consolidata del CAP Uniba nella valorizzazione del capitale culturale dei rifugiati e delle rifugiate. Infine proseguono le attività del progetto MENTORSHIP: sino al 28 giugno sarà possibile candidarsi per il tutoraggio studentesco, iniziativa OIM istituzionalizzata per la prima volta in Italia dall’Ateneo di Bari. Tutti i dettagli dei progetti e delle iniziative sono consultabili sul sito del CAP.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.