Principale Cronaca Taranto Think Tank augura buon lavoro al sindaco Melucci

Taranto Think Tank augura buon lavoro al sindaco Melucci

Per far crescere la comunità bisogna riavvicinare i Cittadini alla politica

“A nome personale e del Taranto Think Tank rivolgo gli auguri di buon lavoro al Sindaco Rinaldo Melucci”. È quanto dichiara l’avv. Angelo Fanelli, coordinatore del Taranto Think Tank, in occasione della riconferma a Palazzo di Città del Sindaco uscente.

“C’è  la necessità di dare – prosegue Fanelli – immediata continuità al lavoro già avviato dalla prima amministrazione Melucci, alla quale va senz’altro riconosciuta la capacità di aver declinato diversamente il modo di raccontare e percepire la Città, avviando un percorso finalizzato a dare un nuovo volto al presente di Taranto ed guardare al futuro costruendo speranza ed alternative economiche. Taranto merita di rinascere ed ha bisogno con urgenza di un governo solido che sappia mettere a frutto le risorse finanziarie del Contratto Istituzionale di Sviluppo e degli altri importanti finanziamenti di cui è destinataria la Città.

Il nostro Think Tank esprime l’auspicio di poter costruire, con una rigenerata classe dirigente, un rapporto di confronto e collaborazione leale, offrendo le proprie competenze nella logica di quella necessaria partecipazione per divenire realmente comunità. E su questo è necessario interrogarsi concretamente. La politica non può continuare a perdere di vista la necessità di generare protagonismo civico, attivando i Cittadini, facendoli sentire parte delle Istituzioni e non solo destinatari, avviando concreti percorsi di cittadinanza attiva e forme innovative di partecipazione”.

Il coordinamento del Taranto Think Tank è composto, oltre che da Angelo Fanelli, da Massimo Calò, Pierpaolo D’Auria, Domenico Guida, Alessandro Litrenta e Nino Nastasi, che – come hanno già avuto modo di affermare negli scorsi mesi in occasione della presentazione del locale incubatore di pensiero – si adoperano nella ricerca di proposte che restituiscano dignità ai beni comuni, alla riduzione delle disuguaglianze sociali, culturali ed economiche, senza perdere di vista l’identità del territorio. “Su questi temi imprescindibili per la Città – conclude Fanelli – siamo pronti a fare la nostra parte, rappresentando la nostra disponibilità a collaborare per la costruzione di bene comune e, pertanto, chiederemo al più presto un incontro al Sindaco per presentare le nostre proposte”.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.