Principale Cronaca Il primo premio nazionale”Welfare a Levante”

Il primo premio nazionale”Welfare a Levante”

Welfare a Levante ha saputo creare dalla sua costituzione  (2018) una nuova visione della sanità.

Una realtà qualificata oggi presente anche in Basilicata e Molise, un servizio che è vicino alle tante persone che vivono una fragilità.

Partecipazione  e impegno con una nuova visione sul futuro, l’arricchimento interiore e la solidarietà pronta al cambiamento.

Nuove prospettive che donano la capacità di promuovere inclusione  ai tanti, miei e nostri compagni di viaggio, che vivono la fragilità senza  un conforto, offrendo una mano tesa che assicura la rinascita.

Una presenza importante, una crescita notevole, una solidarietà concreta, viva, dimostrata con i suoi numerosi soggetti giuridici e partner iscritti e corrispondenti ad oltre 100 strutture associate che ospitano disabili, anziani non autosufficienti e minori.

Un percorso voluto con tenacia e coraggio, con dedizione  e professionalità e passione in primis dal Presidente  Antonio Perruggini  e  da tutto il  Consiglio Direttivo.

Il premio è stato assegnato alla Professoressa barese  Luisa Torsi, scienziata nota a livello internazionale  per le sue ricerche in campo scientifico, che ha ricevuto un’ opera di arte pittorica, e un assegno del valore di duemila euro che, la  vincitrice come da regolamento ha destinato previa condivisione con l’ Assessore al Welfare  del Comune di Bari Francesca Bottalico  al  Centro  Antidiscriminazione  e  Antiviolenza del Comune di Bari.

Centralità delle  persone, nell’ambito dell’educazione sanitaria: portando a conoscenza la collettività delle varie problematiche legate alla salute, giungendo concretamente  alla soluzione di alcune delicate situazioni di salute.

Nessuno e lasciato indietro, promuovendo e operando all’ insegna dell’ educazione alla solidarietà, dei sani principi di vita, al rispetto per gli altri (soprattutto per i più deboli e meno fortunati), alla garanzia di disponibilità e di aiuto concreto.

Si potrebbe continuare per un bel po’, con regole certe, garanzia del diritto, valore umano, fiducia nel futuro, ma Welfare a Levante  non evidenzia e sottolinea i propri meriti, bensì continua nel proprio impegno, con costanza, determinazione, spirito di sacrificio e visione di Assistenza che è resistenza attiva.

Una nuova cultura d’impresa al servizio delle strutture sanitarie, socio sanitarie e socio assistenziali, sempre in crescita grazie a tutti coloro che vi operano a vari livelli.

È indiscutibile che oggi Welfare a Levante  costituisce una forza è una realtà preziosa per l’intera società, una ricchezza riconosciuta ormai ufficialmente  anche dalle  istituzioni.

La solidarietà è un dovere inderogabile, in un momento di cambiamento epocale bisogna riscoprire la bellezza di costruire un mondo di relazioni sociali dove si sviluppa la nostra personalità e la testimonianza  di generosità dove Il bene comune è il nostro orizzonte.

Antonello Liuzzi

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.