Principale Cronaca Violenza Cyberbullismo e odio in rete: una problematica senza fine

Cyberbullismo e odio in rete: una problematica senza fine

Cyberbullismo e odio in rete: una problematica senza fine

di Stefania Peluso (5^A classico Liceo Moscati di Grottaglie)

La nostra società è caratterizzata dall’uso incondizionato dello smartphone o di qualsiasi altro strumento tecnologico, i quali non si limitano a rendere più immediata la comunicazione interpersonale, ma si spingono a pervadere ampiamente la nostra quotidianità.

Dunque ciò comporta che, accanto alle opportunità di relazioni, svaghi e conoscenze culturali che la tecnologia fornisce, vi sono evidenti rischi legati al cyberbullismo e all’odio che circola in rete soprattutto tra gli adolescenti; si tratta di una problematica che si propaga senza limiti. A questo punto ci si chiede: qual è la via di fuga da questa trappola fatta di disprezzo e aggressività che è impregnata nei giovani?

Innanzitutto la comunità educante (genitori, insegnanti, istituzioni etc) deve agire considerando due parole chiave: consapevolezza ed etica, la prima da realizzarsi con l’educazione digitale al fine di migliorare l’uso della tecnologia, la seconda invece, è necessaria per il conseguimento della prima.

Bisogna insegnare ai ragazzi di oggi a promuovere un ambiente culturale, sociale ed emotivo in grado di abbattere sul nascere, i comportamenti di prevaricazione e prepotenza.

Nonostante le diverse campagne organizzate contro il cyberbullismo e nonostante l’approvazione della legge 71 del 2017 che punta a favorire una maggiore consapevolezza fra i ragazzi riguardo l’importanza di non assumere atteggiamenti persecutori, il numero degli episodi oggetto di denuncia è in costante aumento (un minore su due infatti, dichiara di essere stato vittima di almeno un episodio di bullismo online); tutto ciò a dimostrazione del fatto che è necessario cambiare il passo dando vita ad una rete capace di diffondere rispetto e tolleranza.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.