Principale Cronaca Affitti universitari: una rendita garantita con la sublocazione immobiliare

Affitti universitari: una rendita garantita con la sublocazione immobiliare

Dare in gestione il proprio immobile ad un operatore specializzato garantisce certezza di incasso e risparmi sui costi pari a 23.750 euro

Avere una casa e metterla in affitto rappresenta una fonte di reddito a lungo termine. Eppure, tra insoluti e ritardi nei pagamenti, le insidie possono essere tante.  Per non parlare dei costi che si celano dietro l’affitto di un’abitazione. Esistono, infatti, una serie di spese difficilmente eliminabili, come sfitto, costi di intermediazione, costo di rinnovo per ogni cambio inquilino, spese gestionali, che vanno ad erodere i ricavi derivati dall’affitto. Uno studio del Sole 24 Ore, ha però, evidenziato che, in 8 anni, dare in gestione il proprio immobile ad un operatore specializzato garantisce certezza di incasso e risparmi sui costi pari a 23.750 euro.

“Dare in affitto o in gestione un immobile ad una società specializzata garantisce al proprietario di casa una rendita sicura, evitando il rischio di non incassare l’affitto, riceverlo in ritardo o incappare nei tanti problemi legati alla gestione e alla manutenzione dell’immobile, un costo che può raggiungere il 20% del valore degli affitti annui”, spiega l’ingegnere Riccardo Biolo del gruppo Safebox attivo nel comparto immobiliare e dello Student Housing e che ha rilevato recentemente da Mark Ballarin di Rich Life SAGL la società Homstudent, azienda operante da diversi anni sul mercato della locazione per studenti universitari nelle città di Venezia, Padova, Vicenza e Verona.  “A differenza di quanto spesso si sente dire – precisa Biolo – la sublocazione immobiliare è una forma contrattuale del tutto legale, prevista e regolamentata dal Codice Civile il quale consente al conduttore, salvo patto contrario, può sublocare l’immobile che gli è stato concesso in locazione.”

Il proprietario di casa, quindi, non si relazionerà più con un privato bensì con una società specializzata in affitto a studenti universitari che gli garantirà un entrata sicura e costante, evitando inoltre le classiche problematiche relative alla morosità degli inquilini.

“Va chiarito un altro aspetto – chiosa Biolo – non è affatto vero che gli studenti siano i peggiori affittuari che si possano mai avere. Gli universitari che studiano lontana da casa sono ottimi pagatori, avendo le loro famiglie alle spalle che garantiscono e investono per il loro futuro. Comportano comunque dei costi importanti di gestione che un privato per il suo immobile non potrebbe sopportare. Rappresentano, inoltre, un asset di assoluto interesse. Oggi si stimano circa 675 mila universitari fuorisede non pendolari, il segmento però è destinato a crescere, considerando la costante tendenza dei giovani a frequentare università, anche lontane, che propongono piani di studi più interessanti e danno maggiori opportunità lavorative. Contestualmente, per ragioni sanitarie legate al Covid, il mercato delle stanze doppie e triple è in declino, lasciando spazio esclusivamente a quello delle stanze singole, nel quale Homstudent lavora, che garantiscono maggiore sRcurezza e privacy”.

“Considerare solo il mercato degli studenti nasce dalla consapevolezza che sono un target dal basso tasso di insolvenza e dal lungo periodo di soggiorno – spiega Biolo – una garanzia anche per il proprietario di casa che ci affiderà il suo immobile. Con la sublocazione, se la casa dispone delle caratteristiche che cerchiamo, la prendiamo in affitto e pagheremo al proprietario il canone ogni mese, per otto o più anni, fornendo inoltre opportune garanzie assicurative. L’immobile, se necessario, verrà ristrutturato e adeguatamente arredato da Homstudent, e le stanze singole affittate solo a studenti selezionati”.

In questo modo, il proprietario dell’immobile riceve una rendita passiva sicura e costante, e disporrà di un immobile ristrutturato con arredi nuovi, un asset di valore, dal quale potrà monetizzare ogni mese. Insomma, parliamo di un business in continua crescita ed espansione tanto è vero che è nata la prima realtà di consulenza e formazione che ha come focus proprio la sublocazione studentesca.

“Noi, ad esempio – spiega Mark Ballarin di Rich Life Sagl – dopo la cessione di HomStudent siamo passati dall’altra parte della barricata fondando Renditiamo, società di consulenza che mette al servizio del mercato le nostre conoscenze nel settore, e le trasmettiamo a tutti quelli che vogliono crearsi delle rendite sia dagli immobili di proprietà sia in Rent to Rent. Per farlo, abbiamo realizzato delle strategie replicabili e automatizzate. Abbiamo più di 4.000 pagine di procedure e software a supporto che danno la possibilità di avere una gestione totale di tutto il lavoro da svolgere, rendendo autonomi gli operatori terzi che ne faranno richiesta”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.