Principale Senza categoria Il gran caldo è arrivato con un mese di anticipo

Il gran caldo è arrivato con un mese di anticipo

Fine settimana arroventato in centro Italia, mentre la Lombardia avrà a che fare con temporali improvvisi

© Francesco Fotia / AGF
– Caldo, un uomo cerca refrigerio in una fontana di Roma

AGI – È arrivata la prima, grande ondata di calore dell’estate, con un mese di anticipo rispetto alle medie del periodo. E con il centro Italia in particolare che vive un weekend infuocato: secondo il bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute, sabato sono due le città con il bollino rosso, il massimo livello di emergenza che indica condizioni a rischio per tutta la popolazione: Campobasso e Roma, con quest’ultima che vede una temperatura massima percepita di 34 gradi.

Andrà peggio domenica, con 5 città da allarme rosso: oltre a Campobasso e Roma, anche Frosinone, Rieti e Perugia, dove le massime percepite arriveranno a 35 gradi. Cui si sommeranno tre città da bollino arancione, che indica condizioni di rischio per anziani e soggetti fragili: Catania, Latina e Palermo.

Problema diametralmente opposto in Lombardia, dove il Centro funzionale monitoraggio rischi ha diramato un’allerta meteo gialla (rischio ordinario) per rischio temporali che riguarda anche Milano. Per domenica è atteso un repentino aumento dell’instabilità, con possibilità di temporali anche forti.

Da lunedì le temperature si abbasseranno e martedì arriveranno piogge e temporali che dal Nord si estenderanno al Centro-Sud.

La giornata più calda sarà quella di domenica quando al sud i valori termici massimi sfioreranno i 40 gradi a Siracusa, Catania, Agrigento e i 42 nelle zone interne sicule (come a Catenanuova).

A Roma, Rieri e Frosinone allerta da bollino rosso per le ondate di calore. Previsti 38 gradi pure in Puglia e Sardegna, finoa 35-36 in Calabria, Campania (qui sul Casertano), spiega ilMeteo.it.

Fra i 33 e 35 gradi sul resto delle regioni, e anche al Nord in città come Bologna, Padova, Pavia, Milano.

Proprio al Nord, però, nel pomeriggio di domenica l’intrusione di aria più fresca in quota favorirà la formazione di forti temporali che dalle Alpi occidentali si porteranno verso quelle del Triveneto e che potranno sconfinare anche sulle zone pianeggianti della Lombardia e dell’alto Veneto. Possibili anche intense grandinate. Nuvolosità in aumento anche su Sardegna, Toscana, Umbria, Lazio e Marche.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.