Principale Ambiente & Salute Qualche notizia a proposito di Covid

Qualche notizia a proposito di Covid

“Da Nature a Lancet fino ad arrivare al New England Journal of medicine. Per supportare il suo intervento l’endocrinologo Giovanni Frajese, oggi in una conferenza stampa organizzata dal gruppo parlamentare Alternativa alla Camera dei deputati, cita diversi studi e pubblicazioni accreditate a livello internazionale (i dati italiani anziché essere pubblicati sono secretati), per illustrare con evidenze scientifiche cosa sta succedendo sul fronte dei contagi da Covid e sul livello di protezione.

Studi che porterebbero ad una evidenza sempre più consolidata e incontrovertibile, ovvero che l’effetto di protezione tende a scomparire dopo appena 6 mesi dall’inoculazione per diventare poi addirittura negativo a 7-8 mesi, esponendo così i soggetti vaccinati alla malattia più di quelli non vaccinati. Ed è il valore negativo a rendere tutto eccezionale quanto preoccupante. ‘Un dato mai registrato nella storia, per nessun altro vaccino prima dell’arrivo di questi sieri genici sperimentali Mrna’ – afferma Frajese” (https://www.lapressa.it/articoli/oltre_modena/frajese).

Quando affermavo che l’obbligo vaccinale era immorale, mi erano tutti contro, tranne qualche eccezione. I tempi sono cambiati, anche perché credo sia difficile che non sia giunta voce alla maggior parte della gente, di un parente o di un amico che è stato male o malissimo a seguito delle vaccinazioni.

“Covid, in Spagna oltre 2 mila personalità importanti indagate per falsa vaccinazione
Sono oltre 2.200 le persone con falsi certificati di vaccinazione anti Covid, tra questi anche il presidente di PharmaMar, nota casa farmaceutica spagnola che studia anche farmaci contro il Covid-19 (
https://www.meteoweb.eu/2022/05/covid-spagna-false-vaccinazioni/1797282/)”.

Come mai se il vaccino era cosa buona e giusta?

https://www.youtube.com/watch?v=N4HEyzCSYrQ

YouTube player

“Anche sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perchè ordinariamente sono sinceri, e chiamano le cose coi loro nomi. Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia mai tanto chi fa male, né il male stesso, quanto chi lo nomina. In modo che più volte, mentre chi fa male ottiene ricchezze, onori e potenza, chi lo nomina è strascinato in sui patiboli, essendo gli uomini prontissimi a sofferire o dagli altri o dal cielo qualunque cosa, purché in parole ne sieno salvi” (Giacomo Leopardi).

Renato Pierri

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.