Principale Cronaca MarTA, la Degl’Innocenti lascia Taranto

MarTA, la Degl’Innocenti lascia Taranto

MarTA, la Degl’Innocenti lascia Taranto

Arrivata nel 2015, andrà a dirigere Bologna Musei.

Dopo sette lunghi anniEva Degl’Innocenti lascerà la direzione del MarTA, il Museo archeologico di Taranto, per andare a dirigere Bologna Musei, selezionata con un bando da Palazzo d’Accursio.

La Degl’Innocenti, che arrivò a Taranto il 1 dicembre 2015, fu scelta nell’agosto dello stesso anno dall’allora ed ancora attuale ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini durante il governo guidato da Matteo Renzi. L’incarico le fu rinnovato nel 2019, mentre nel 2023 sarebbe giunto a scadenza, fattore che ha spinto la direttrice a partecipare al bando per Bologna Musei.

Sette anni in cui il MarTA, proprio sotto la sua direzione, ha vissuto una crescita esponenziale, con un aumento dei visitatori del 50% e degli introiti dell’ 80%, frutto anche di un uso strategico della comunicazione sui social e non solo (TikTok compreso) e con visite di personaggi illustri. Il Museo in questi anni è stato una meta per studiosi, appassionati e turisti, con i visitatori che sono cresciuti anno dopo anno e, di pari passo sono ancor più aumentati gli introiti, ormai inserito costantemente negli itinerari culturali e partner di tante iniziative anche al di fuori del circuito strettamente legato alle attività museali.

Tantissime le iniziative culturali che hanno animato la sua direzione, le nuove esposizioni, mostre fotografiche di respiro internazionale, presentazioni di libri, la riscoperta dei cittadini di Taranto di un museo che contiene reperti unici al mondo.

Adesso, attraverso un nuovo bando di concorso, il ministero dei Beni Culturali andrà a selezionare il successore. Ma certamente ad Eva Degl’Innocenti va rivolto un enorme grazie da tutta la comunità tarantina, per lo splendido lavoro svolto e per aver riportato a nuova vita il MarTA.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.