Principale Politica Bonifiche ex Ilva, commissari in audizione

Bonifiche ex Ilva, commissari in audizione

Bonifiche ex Ilva, commissari in audizione

Domani nelle commissioni riunite Ambiente, Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati.

Le commissioni riunite Ambiente, Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati, domani audiranno in via informale in videoconferenza, in merito all’attività di bonifica del sito ex Ilva dei commissari straordinari Antonio Lupo, Francesco Ardito e Alessandro Danovi.

I commissari illustreranno le attività di bonifica e messa in sicurezza permamente riguardanti le così dette ‘aree esterne‘ (in tutto sono 18, alcune comprese ed altre non all’interno del Piano Ambientale 2017), ovvero quelle di loro competenza, che non sono rientrate nell’accordo e nell’addendum a quest’ultimo, che fu sottoscritto il 6 settembre 2018 tra i commissari di Ilva in AS e ArcerloMittal Italia per la gestione in fitto dei rami d’azienda ex Ilva in Italia, a cominciare dal principale, ovvero il siderurgico di Taranto.

Il tutto dopo mesi di polemiche per la scelta del governo di destinare una parte dei fondi del Patrimonio Destinato dei Riva, pari a 150 milioni di euro della quota parte in dotazione ai commissari straordinari (617 milioni su un totale di 1,157 miliardi di euro), a progetti di decarbonizzazione. Polemiche ulteriormente rinvigorite da quanto dichiarato mercoledì scorso alla Camera dei Deputati dal ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani. Il quale durante il question time, interpellato sui fondi sequestrati alla famiglia Riva che anni addietro furono destinati per la bonifica e la decontaminazione delle aree interne al siderurgico Ilva, ha sostanzialmente dichiarato di saperne poco o nulla. E che in questi giorni, insieme ai tecnici del ministero, studierà le cartedi cui è in possesso. Può sembrare paradossale ma questo è.

Secondo l’ultimo documento in nostro possesso, che la struttura commissariale ha inviato al governo lo scorso 12 aprileall’8 aprile di quest’anno dei 540 milioni di euro in dotazione all’azienda93,2 milioni di euro (pari al 17%) risultano erogati a AdI da Ilva in A.S. a fronte di interventi consuntivati riconosciuti8,4 milioni di euro (pari al 2%) risultano erogati a AdI da Ilva in A.S. a fronte di interventi preventivati riconosciuti, mentre 8,5 milioni di euro (pari al 8,5%) risultano come fondi spesi da Ilva in A.S. su aree interne stabilimento fino al 31.10.2018.

Per quanto riguarda invece i 467 milioni di euro di Patrimonio Destinato per la bonifica e messa in sicurezza, 442 milioni (pari al 95%) risultano essere già allocati per gli interventi previsti nelle 18 aree escluse (così dette perché non rientrano nel perimetro aziendale gestito da ArcelorMittal prima e da Acciaierie d’Italia poi ma in quello gestito dai Commissari Ilva), 93 milioni (pari al 20%) risultano impegnati in ordini attivi (in corso) e ordini conclusi nel periodo che va da novembre 2018 ad oggi, ed infine 30 milioni di euro (pari al 6%) risultano già utilizzati.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.