Principale Cronaca Programma urbanistica e mobilita’ per Bitonto

Programma urbanistica e mobilita’ per Bitonto

Un contributo dell’ing. Vincenzo Drimaco, al programma politico del candidato sindaco al comune di Bitonto di centrodestra Domenico Damascelli.

BITONTO – Il candidato Sindaco dott. Domenico Damascelli, per la coalizione che comprende il Centro e il Centrodestra, intende sviluppare i temi relativi all’urbanistica, mobilità e rigenerazione urbana della città di Bitonto e frazioni: Palombaio e Mariotto con il metodo della PARTECPAZIONE E SOLIDARIETA’ con la cittadinanza, che sarà interpellata nella stesura del nuovo PIANO URBANISTICO, cioè il P.U.G. (piano urbanistico generale), ancora in fase di elaborazione da parte del Comune stesso.

Fatta questa premessa, di natura politica, evidenziamo quali sono i piani urbanistici di cui si deve dotare il Comune di Bitonto nel corso della prossima legislatura.

Ing. Vincenzo Drimaco

Innanzitutto i piani urbanistici, di cui si deve dotare la città di Bitonto, si devono inserire in una PIANIFICAZIONE TERRITORIALE che attualmente vanno oltre i confini territoriali del Comune stesso, perché Bitonto fa parte dell’Area

Metropolitana della Città di Bari, che è anche il capoluogo della Regione Puglia. L’Area Metropolitana di Bari comprende quasi tutti i comuni della ex Provincia di Bari ad esclusione dei Comuni che sono passati alla Provincia B.A.T. (Barletta, Andria, Trani) di recente costituzione ed ubicata a nord di Bari nella regione Puglia.

E’ ovvio che vanno distinti i piani e/o strumenti urbanistici di esclusiva pertinenza del Comune di Bitonto da quelli SOVRACOMUNALI, che interessano l’Area Metropolitana di Bari per finire ai servizi che riguardano l’intera Regione, come ad esempio il Parco Regionale dell’Alta Murgia d’interesse regionale o i Parchi Regionali di più recente costituzione a Nord nel Gargano ed a Sud quelli d’interesse paesaggistico ubicati nella Penisola Salentina.

Il Piano Urbanistico di competenza esclusiva del Comune di Bitonto è il

P.U.G. (piano urbano generale) che sostituirà di fatto il P.R.G. (piano regolatore generale) che per Bitonto fu redatto negli anni ’60 come Piano di Fabbricazione e oggetto di VARIANTE AL P.d.F. nell’anno 1976. Che dette luogo al 1° PIANO REGOLATORE GENERALE DELLA CITTA’ DI

BITONTO, ancora in vigore attualmente, insieme alle Norme di Attuazione che stabiliscono i parametri della ZONIZZAZIONE DELLE AREE URBANE EDIFICABILI E NON di tutto il territorio comunale che ovviamente comprende le frazioni di Palombaio e Mariotto. Nel corso dell’ultimo ventennio il predetto P.R.G. ha subito degli adeguamenti alle Leggi Regionali in vigore: la L.R. n. 56 del 31/05/1980 e successivamente al P.T.T. (piano territoriale tematico regionale). Attualmente il predetto

P.R.G. con i relativi adeguamenti sono oggetto di uno studio che porterà alla redazione del P.U.G. del COMUNE DI BITONTO che è quello che il candidato Sindaco Domenico Damascelli vuole rendere PARTECIPATIVO E SOLIDALE alla Cittadinanza di Bitonto, Palombaio e Mariotto e che spetterà alla prossima Amministrazione Comunale fare approvare dopo i pareri favorevoli della REGIONE PUGLIA e dell’AREA METROPOLITANA.

Le scelte progettuali del nuovo P.U.G. tenderanno a migliorare la mobilità all’interno dei centri urbani di Bitonto, Palombaio e Mariotto, con l’individuazione di nuove piste ciclabili e incrementando il trasporto pubblico all’interno del centro cittadino e tra questo e le due frazioni. Nella redazione della futura viabilita’ interna al Comune ed alle sue Frazioni si abbatteranno tutte le BARRIERE ARCHITETTONICHE applicando i finanziamenti statali per l’abbattimento delle Barriere architettoniche (PEBA).

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.