Principale Politica Autonomie locali Pulsano – Articolo Uno nel campo progressista per la buona politica

Pulsano – Articolo Uno nel campo progressista per la buona politica

Riceviamo e pubblichiamo

Articolo Uno Pulsano: Nel futuro di Pulsano un campo progressista efficiente ed efficace all’insegna della buona politica

 

Pulsano, uno dei più bei comuni della costa jonica, vive il suo periodo più difficile a causa della lunga e sciagurata gestione del centrodestra a trazione leghista.

Le dimissioni dell’ormai ex sindaco Lupoli e dell’ex assessore Laterza, entrambi rappresentanti della Lega di Salvini, in conseguenza delle gravi vicende giudiziarie di queste ultime settimane, hanno portato allo scioglimento del Consiglio Comunale e consegnano ai cittadini un altro periodo di commissariamento.

Di tali vicende, si occuperà  la Magistratura, che farà i dovuti approfondimenti e ne scriverà l’epilogo finale.

Sul piano politico, il giudizio nei confronti della destra pulsanese è negativo, il loro fallimento è evidente e i cittadini continuano a pagare le loro irresponsabili scelte.

La propaganda non basta più a occultare i disastri della loro gestione.

Lasciano ai cittadini: conti in rosso, un bilancio in predissesto vicino al tracollo finanziario, debiti per decine di milioni di euro che dovranno essere ripagati nei prossimi decenni; il Piano Urbanistico Generale dichiarato illegittimo  dopo anni di inutili e costose battaglie legali, grazie alla tracotanza di chi ha voluto a tutti i costi andare allo scontro con la Regione, con danni economici enormi ai cittadini e al sistema produttivo del paese; servizi ormai risicati ma costosi, con un sistema di protezione sociale inefficiente e inadeguato, uno stato di incuria dell’arredo urbano e del sistema viario.

Per non parlare di altre scelte altrettanto sciagurate, come quella di un impianto di compostaggio che la destra sovranista e leghista di Fratelli d’Italia e della Lega avrebbe voluto realizzare a ridosso del centro abitato, bocciata soltanto dall’impegno civico e dalle forze popolari di movimenti, comitati e forze politiche che hanno vinto una storica battaglia contro l’arrogante tentativo di devastare il nostro territorio per un cinico calcolo economico.

Il timore è che il Commissario possa esser costretto dallo stato dei conti, a dichiarare il dissesto, già ritenuto “inevitabile” dal Revisore dei Conti quando Lupoli e la sua maggioranza approvarono l’ennesimo disavanzo.

Sarebbe l’ennesima ipoteca accesa dalla destra pulsanese sul futuro di Pulsano e dei suoi cittadini.

Nei mesi che ci separano dalle prossime elezioni, la locale sezione di Articolo Uno impiegherà tutte le sue energie per costruire una coalizione larga, a partire dalle forze che compongono il campo progressista, che sappia dare risposte adeguate in termini di responsabilità amministrativa e di nuove forme di etica politica, per ricostruire un rinnovato senso di comunità e una nuova speranza per il futuro che Pulsano merita.

Il Coordinamento di Articolo Uno Pulsano

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.