Principale Cronaca Zes Jonica, ok alla commissaria Gallucci

Zes Jonica, ok alla commissaria Gallucci

Zes Jonica, ok alla commissaria Gallucci

Arriva il sì definitivo dalla Corte dei Conti: ora può diventare finalmente operativa.

La Zes Jonica potrà finalmente scaldare i motori per avviarsi verso un percorso di piena operatività. La nomina della Commissaria Floriana Gallucci è stata infatti finalmente sancita dalla cosiddetta bollinatura da parte della Corte dei Conti, dopo mesi di attesa che avevano di fatto congelato l’operatività dello strumento, varato dal Governo 5 anni fa e da circa 5 mesi in attesa del visto di legittimità.

“E’ un passaggio che auspicavamo da tempo e che segna un importante avvio – ha dichiarato in una nota il presidente di Confindustria Taranto Salvatore Toma, in un incontro in sede con il neo commissario – sia per rendere operativo uno strumento per noi fondamentale, in quanto attrattore di investimenti, sia per intraprendere con il commissario Gallucci un comune percorso di collaborazione”.

Il commissario, nel corso dell’incontro in Confindustria, ha illustrato per grandi linee l’ampio perimetro entro il quale andrà ad operare ed il cronoprogamma delle attività per la realizzazione degli interventi programmati.

La Zes interregionale Puglia-Basilicata – è stato ribadito nel corso del confronto – ha come porto di riferimento lo scalo jonico. Le aziende che vi si insedieranno, oltre ad usufruire del credito d’imposta e godere delle speciali condizioni della Zes, potranno pertanto contare sulle prerogative offerte dalla Zfd, la zona franca doganale: “Le zes – ha dichiarato il Commissario – devono essere viste come uno strumento di politica industriale finalizzato a favorire lo sviluppo di nuove filiere produttive ed al rafforzamento competititvo delle diverse specializzazioni presenti sui territori, a partire dai settori del Made in Italy”.

Nel ribadire la piena collaborazione, il presidente Salvatore Toma ha espresso al Commissario Gallucci la disponibilità a supportare la Zes dal punto di vista logistico-organizzativo aprendo alla fruizione degli uffici di Confindustria Taranto, rimandando la definizione di un eventuale accordo in successivi incontri da realizzare a breve.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.