Principale Cultura & Società Eventi & Spettacoli Momkong… Graffiante ed innovativo, un rapper tutto da scoprire!

Momkong… Graffiante ed innovativo, un rapper tutto da scoprire!

Intervista a cura di Ilaria Solazo, (giornalista pubblicista e blogger) per il Corriere di Puglia e Lucania http://www.corrierepl.it.

Momkong pseudonimo di Mohammed Ighoubriouen, è un cantante di origine algerina, nato a Tizi-Ouzou il 3 settembre 1996, sotto il segno zodiacale della Vergine. Alto un metro e settantacinque centimetri, pesa circa settanta chili, ha occhi e capelli castani. Ama scrivere storie di vita comune in cui ognuno si possa davvero rispecchiare e riconoscere nella costante e semplice quotidianità. Il cantante e musicista Mom ama creare canzoni che attirino l’attenzione degli ascoltatori, affinché quel testo possa ricordare loro tanti pezzi della storia. Su instagram l’artista italo-algerino vanta, ad oggi, ben oltre 60 mila follower.

ILARIA – Ciao Mom e benvenuto. Come stai?

MOMKONG – Ciao Ilaria e grazie per l’invito. Sto bene, grazie. Vado avanti con il sorriso nonostante le difficoltà giornaliere. Sono umano… Mica un super eroe.

ILARIA – Presentati ai lettori…

MOMKONG – Sono un ragazzo italo-algerino che sta facendo tanta strada a livello musicale internazionale. Sono amato dai miei fans. Ho tanti seguaci sui social e ciò mi rende felicissimo.

ILARIA – Prima di diventare famoso, cosa facevi?

MOMKONG – Giravo tutta Italia, anche se delle volte ero senza i soldi per il biglietto e per hotel, per andare ai concerti, per fare i live… tutto per inseguire il mio sogno: arrivare alle persone che contano! Ho capito che non bisogna porsi limiti perché tutto è possibile… basta solo volerlo!

ILARIA – Sei uno che vive nel passato o nel presente?

MOMKONG – Vivo nel presente, ma cerco di non ricadere mai negli errori commessi in passato.

ILARIA – Sei un tipo ottimista o pessimista?

MOMKONG – Sono per natura un ottimista. Che non significa essere sempre felici. Cerco di apprezzare ogni piccola cosa che la vita mi dona.

ILARIA – La tua definizione di musica?

MOMKONG – Attraversare l’oceano in tempesta stando in piedi sulla prua di una nave.

ILARIA – Ti definisci un “artista”?

MOMKONG – In quanto operatore nel campo dell’arte, sì, mi sento un artista. Come chi lavora con l’elettricità si sente un elettricista. Se poi io sia portatore di “arte” non l’ho mai saputo e morirò senza saperlo. Il giudizio lo lascio agli altri, (ride).

ILARIA – Sei un tipo da Quotidiani o Fumetti?

MOMKONG – Sincero, fumetti.

ILARIA – Tg o reality?

MOMKONG – Seguo il TG a cena, ogni giorno, e le notizie tragiche mi deprimono. Preferisco svagarmi seguendo le dinamiche strambe dei reality show.

ILARIA – Il tuo segno zodiacale fa scoprire molto di te…

MOMKONG – Hai ragione. Sono un tipo tosto. Mai farmi arrabbiare, divento un gorilla, (scherzo).

ILARIA – Preferisci la primavera o l’autunno?

MOMKONG – Amo tutte le stagioni, ognuna ha il suo fascino. Molti registi hanno dedicato interessanti pellicole a questo argomento.

ILARIA – Gli amici per te sono importanti?

MOMKONG – Sì, ma tra loro e la mia famiglia metto al primo posto i miei genitori e mia sorella.

ILARIA – Ti reputi un ragazzo serio?

MOMKONG – Mi reputo un bravo ragazzo, ma ho voglia di vivere e di divertirmi quindi non sono uno che si vuole accasare subito (ride).

ILARIA – Quanto è cresciuto negli anni il tuo lato spirituale?

MOMKONG – L’ho sempre avuto, però sicuramente la pandemia ed alcune mie vicende private mi hanno portato ad esserlo di più. In quei momento non sapevo come fare, come reagire. E anche se sono sempre stato fortunato ad avere accanto la famiglia e le persone che amo, mi sono sentito solo sulla Terra, anche se soli non lo siamo mai veramente.

ILARIA – Vuoi aggiungere altro?

MOMKONG – Come essere umano per un periodo non sapevo quale fosse la direzione giusta da prendere, non avevamo certezze e ci siamo sentiti spesso, un po’ tutti, senza speranza . Alcuni avevo notato diventavano più aggressivi del solito, altri degli automi. Mi chiedevo: che cosa posso fare io per gli altri? Mi sono risposto che aiutare qualcuno avrebbe aiutato anche me… quindi ho fatto, in gran silenzio, senza telecamere o clamori sui giornali, piccole cose con il cuore verso chi aveva, in quei momenti, molto meno di me.

ILARIA – Sei un ragazzo generoso e attaccato ai valori, vero?

MOMKONG – Sì. Devo tutto ai miei genitori, persone meravigliose che mi hanno insegnato come si debba stare al mondo con onestà.

ILARIA – Come ti vedi nel 2040?

MOMKONG – Un rapper famoso in tutto il mondo. Mi vedo sposato e padre di famiglia. Spero che fino a quella data si possa ottenere, per tutti, un mondo più pulito. Se non mettiamo una luce in fondo al tunnel sarà un vero delirio per l’umanità.

ILARIA – Quando Mario Draghi chiede: “volete la pace o il condizionatore?”. Tu che cosa pensi?

MOMKONG – Sinceramente? Che preferisco la pace, ma anche il condizionatore va benissimo. Mi spiego meglio: la bravura di Draghi sta nel fatto di avere finalmente collegato i temi della sostenibilità con quelli della guerra, perché sono legati. Però ora dobbiamo trasformare la riflessione obbligata sull’energia, che Putin ci costringe a fare, in un’opportunità per il pianeta. Si parla tanto di indipendenza energetica: speriamo che il governo investa davvero molto di più nelle rinnovabili, anziché in armi. E che dia gli incentivi perché tutti ad esempio passino a macchine più ecologiche. La decarbonizzazione da fare entro il 2040 è dietro l’angolo.

ILARIA – Un ultima domanda. Cosa ti senti di consigliare ai ragazzini che vogliono intraprendere la tua stessa professione?

MOMKONG – Di avere fiducia in loro stessi e di essere determinati. Non starò qui a raccontarvi balle, non vi dirò che tutto dipende solo dal talento. Il talento il più delle volte è la cosa che conta meno. E’ triste, ma prima uno se ne rende conto prima arriverà al traguardo. Prima del talento, l’unica capacità che serve per arrivare ad essere cantanti famosi è la costanza. Non bisogna mai cedere. Non bisogna mai abbandonare il proprio sogno di gloria.

2022 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Questa intervista è stata rilasciata telefonicamente dal rapper Momkong alla giornalista pubblicista Ilaria Solazzo per il Corriere di Puglia e Lucania www.corrierepl.it. Ne è severamente vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto d’autore (L. 22.04.1941/n. 633).

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.