Principale Cultura & Società ‘La Terra in bolletta’: dibattito a Taranto

‘La Terra in bolletta’: dibattito a Taranto

‘La Terra in bolletta’: dibattito a Taranto

L’appuntamento organizzato dalla parlamentare europea Rosa D’Amato.

Da dove viene la crisi energetica? Chi colpisce? Come ne usciamo? Se ne parla in un dibattito venerdì, 22 aprile, alle 17.30, nella sala riunioni Login Hub – Business Innovation Center, in viale Virgilio 20 a Taranto.
Dopo le introduzioni della parlamentare Ue Rosa D’Amato (Green Efa), interverranno Maria Rita D’Orsogna (fisico, docente ordinario presso la California State university – Northridge), Livio De Santoli (docente ordinario Energy Management presso Università la Sapienza, Roma), Francesco Vizzarro (Presidente Ordine Commercialisti della provincia di Taranto), Antonio Trevisi (esperto in pianificazione energetica ed ambientale) e Bartolomeo Lucarelli (Ingegnere ambientale).
Il dibattito è ovviamente aperto agli invitati in platea.
Si tratta di un focus sulla questione energetica e sulla crisi che sta determinando (o peggiorando…) il rincaro dei costi a carico di famiglie e imprese.
Il dibattito, innescato dal contributo dei relatori, e arricchito dall’ìntervento degli uditori invitati, ha l’obiettivo di ricostruire le cause del “caro energia” e di individuare le possibili soluzioni, senza perdere di vista lo scenario e passando per la strada delle rinnovabili. Strada funzionale alla tutela indifferibile del pianeta e alle esigenze di risparmio quotidiano.
Il dibattito non ha alcuno scopo elettorale, tutt’altro: s’intende sviluppare un focus – seguendo la linea tracciata negli ultimi mesi, affrontando altri temi – dando inoltre voce a chi ogni giorno risente degli effetti devastanti di questa grave crisi in atto.
L’evento, che prevede non a caso interventi qualificati di professionisti e studiosi del settore, rientra in una serie di approfondimenti tematici che hanno l’obiettivo di approfondire temi centrali e attuali.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.