Principale Politica Diritti & Lavoro Regione Basilicata, Tavolo per contrasto al caporalato e sfruttamento degli stranieri

Regione Basilicata, Tavolo per contrasto al caporalato e sfruttamento degli stranieri

Nino Sangerardi

La Giunta regionale ha ratificato la costituzione del Tavolo lucano per il contrasto al caporalato in attuazione del progetto Supreme Italia .Ovvero :  sud protagonista nel superamento delle Emergenze in ambito di grave sfruttamento e gravi marginalità degli stranieri regolarmente presenti nelle cinque Regioni meno sviluppate.

La Commissione europea ha riconosciuto allo Stato italiano alcune priorità emergenziali inerenti l’Azione denominata “ Ares emergency funding to Italy under the Asylum migration and integration fund”.

Quindi la Direzione  immigrazione e politiche di integrazione del Ministero del Lavoro trasmette il programma Supreme all’Unione europea come “lead applicant”  e in collaborazione con Regione Puglia, Regione Basilicata, Regione Calabria, Regione Campania , Regione Sicilia, Ispettorato nazionale del lavoro, Organizzazione internazionale per le migrazioni, Consorzio Nova.

I referenti della Commissione europea approvano il progetto  con relativo contributo di 30.237.546,36 euro pari al 90% dell’importo complessivo del piano di lavoro :  33.557.713,33 euro.

Il Ministero del Lavoro sottoscrive con la Commissione europea il “Grant Agreement 2019/Home/Amif” per la realizzazione delle azioni previste nel Supreme Italia e nello stesso tempo viene firmata la convenzione tra Ministero e Direzione generale immigrazione e la Regione Basilicata in qualità di beneficiario,  avente ad oggetto la messa in opera delle mansioni contemplate dal Grant Agreement(progetto Supreme) per una somma di 2.942.545 a valere sul finanziamento comunitario.

Nella linea S.4 del Grant Agreement si prescrive il compimento di Tavoli regionali, in numero di cinque, di opposizione al caporalato nelle regioni partner il cui obiettivo è il seguente :  “confronto e scambio di informazioni tra gli attori che sono impegnati a livello territoriale nel contrasto dello sfruttamento lavorativo e del caporalato, e di giungere alla redazione di dossier regionali sulla base delle tematiche affrontate di supporto alla programmazione nazionale e regionale anticaporalato”.

Dunque presidente e assessori regionali lucani deliberano di costituire, anche in vista delle scelte da assumere nella programmazione delle risorse UE 2021-2027, il Tavolo regionale stabilito dal Supreme Italia. Formato da :

-presidente Giunta regionale Basilicata o suo delegato

-dirigente  Direzione generale per la salute Dipartimento sanità

-dirigente Direzione generale infrastrutture e mobilità

-dirigente Direzione generale politiche agricole alimentari e forestali

-dirigente Direzione generale dell’ambiente e energia

-dirigente Direzione generale sviluppo economico lavoro e servizi alla comunità

-un delegato per ogni Prefettura della Basilicata

-un rappresentante per ciascuna Provincia della Basilicata

-un rappresentante regionale dell’Inail

-un rappresentante regionale dell’Inps

– un rappresentante dell’Ispettorato del lavoro

– un rappresentante dell’Arlab

-un rappresentante  dell’Anci Basilicata

-un rappresentante dell’Asp territorialmente competente.

La composizione del Tavolo è integrata con la partecipazione di rappresentanti delle Forze dell’Ordine, Organizzazioni sindacali e datoriali e del Terzo Settore maggiormente rappresentativi. La partecipazione è a titolo gratuito e non dà diritto alla corresponsione di alcun compenso, indennità e né rimborso spese di qualsiasi genere.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.