Principale Cronaca Mercoledì 20 aprile 2022, il Principe Alberto II di Monaco sarà a...

Mercoledì 20 aprile 2022, il Principe Alberto II di Monaco sarà a Terlizzi

È confermata per mercoledì 20 aprile 2022, la visita ufficiale a Terlizzi da parte del Principe Alberto II, sovrano di Monaco. L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dall’associazione Siti Storici Grimaldi di Monaco, cui il Comune di Terlizzi ha recentemente aderito.

Il principe sovrano arriverà a Terlizzi alle ore 14.30. All’ingresso della città, in via Giovinazzo, il sovrano svelerà l’insegna stradale “Terlizzi sito storico Grimaldi” per poi far visita, nella chiesa Santa Maria, alla tomba di un suo antenato vissuto nel 1546. A seguire, in piazza Cavour, ci sarà il saluto ufficiale da parte del sindaco Ninni Gemmato e l’esibizione degli inni nazionali.

In corso Umberto, in corrispondenza del Mercato Lloy, sarà scoperta una iscrizione lapidea in memoria della Signoria dei Grimaldi di Monaco, mentre più avanti nella Cattedrale di Terlizzi avverrà l’incontro con il vescovo mons. Domenico Cornacchia. L’evento conclusivo è in programma presso la Pinacoteca “Michele de Napoli”, in corso Dante Alighieri 9, dove sarà esposta la preziosa croce d’argento donata al Capitolo della Collegiata di Terlizzi, da parte di Onorato Grimaldi che, dal 1632 all’anno della morte 1639, fu signore feudale e arciprete di Terlizzi.

Esiste un solido legame storico tra la città di Terlizzi e i Grimaldi. Terlizzi, infatti, entrò a far parte dei numerosi possedimenti che l’imperatore Carlo V concesse ai Grimaldi, famiglia di origini genovesi che si stabilì, già in epoca medievale, su quella roccaforte di Monaco destinata poi a diventare il Principato che oggi tutti conoscono.

Dal 1532 fino al 1641, le vicende umane, politiche, economiche e storiche della città dei fiori si intrecciarono per ben oltre un secolo con quelle della signoria dei Grimaldi di Monaco, a tal punto da consentire a Terlizzi di evolvere e progredire in una bella e dinamica città, fiorente ed economicamente intraprendente, ricca di monumenti.

La presenza dei Grimaldi a Terlizzi segnò, inoltre, un’importante fase di sviluppo economico, demografico e culturale della città. In quell’epoca arrivarono in città opere d’arte di grande notorietà, quali i dipinti di Giovanni Antonio de Sacchis, detto il Pordenone, e del bresciano Giovanni Girolamo Savoldo, capolavori in assoluto della pittura veneziana in Puglia.

dott. Cosimo de Gioia

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.