Principale Arte, Cultura & Società Erasmus a Bari con l’International Community

Erasmus a Bari con l’International Community

L’Associazione White & Red Erasmus Bari, chiamata International Community Bari, è un’associazione apolitica e no profit, ufficialmente riconosciuta dall’Università degli Studi di Bari, che aiuta gli studenti in Erasmus nel capoluogo pugliese. Fa parte, infatti, dell’International Community network, ossia una rete di associazioni sparse in varie città, le quali lavorano al servizio degli universitari che da ogni parte del mondo scelgono il nostro Paese per vivere un’esperienza di vita e di studio diversa dalla propria e decisamente indimenticabile.

L’Associazione di Bari è nata nel 2010 con la filosofia “studente aiuta studente” ed è pertanto composta da 25 giovani volontari, che a loro volta hanno già partecipato a programmi Erasmus o altri scambi e che, quindi, conoscono perfettamente le esigenze di uno studente all’estero.

Ho avuto il piacere di parlare direttamente con la Presidentessa dell’IC Bari, Simonetta Novielli, in carica da agosto 2020.

 

Come l’Associazione accoglie gli studenti in Erasmus a Bari?

«È giusto precisare che il nostro rapporto con gli studenti inizia ben prima del loro arrivo fisico a Bari, in quanto attraverso il sito web dell’Associazione, le pagine social, il passa parola di ragazzi venuti precedentemente qui e anche mediante l’Università stessa ci mettiamo già in contatto con loro per aiutarli nella ricerca di appartamenti in cui alloggiare per tutto il loro periodo di permanenza. Facciamo da tramite con gli affittuari, che ormai conosciamo bene, così da evitare incomprensioni linguistiche e garantire loro ottime condizioni. In tal modo il più delle volte i ragazzi arrivano a Bari avendo già concordato tutto, tranne i casi in cui vogliano prima visionare personalmente in loco le varie possibilità e poi decidere. Abbiamo anche previsto un servizio di pick up gratuito con cui, in base alle disponibilità dei volontari, ci occupiamo di andare a prenderli in aeroporto o in stazione e di accompagnarli all’appartamento scelto, sincerandoci della loro adeguata sistemazione e di risolvere eventuali problematiche. Inoltre, li supportiamo nella compilazione di tutti i documenti richiesti dall’Università, dando indicazioni ove abbiano dubbi o difficoltà.»

 

Quali sono le attività che vi proponete di organizzare e quali le finalità?

«Innanzitutto a ogni inizio semestre, quindi settembre e febbraio, in occasione dell’arrivo dei nuovi studenti organizziamo la Welcome Week, ossia una settimana – o a volte anche di più – in cui presentiamo loro l’Università, predisponiamo visite della città (es. Basilica di San Nicola, Teatro Petruzzelli, al Castello Svevo etc.) e, ovviamente, tour culinari dei locali dove è possibile mangiare cibo tipico barese, come orecchiette alle cime di rape e panzerotti. Durante la week è anche capitato di riuscire ad inserire gite di un giorno a settembre in Salento e a febbraio a Putignano per il Carnevale, Castel del Monte o Matera.

Nel corso della permanenza dei ragazzi a Bari, il nostro mantra è quello di “dare a tutti la possibilità di esprimersi a pieno”. Perciò, nonostante ogni anno ne arrivino 400, abbiamo imparato a plasmarci in base alle loro esigenze e desideri, in modo soddisfare tutte le principali richieste. Offriamo, infatti, la nostra disponibilità nell’organizzare partite di calcio/beach volley/padel, serate in discoteca, jam sessions, serate karaoke, tornei di beer pong, classi di personal training, oppure corsi di lingua, di cucina barese e lezioni di pizzica. Non mancano mai nei nostri programmi anche mini viaggi di qualche giorno per far scoprire altre bellezze italiane come Firenze, Napoli, Venezia, Salerno e Palermo. Inoltre, di solito partecipiamo all’Erasmus Gathering, ossia quattro giornate in cui tutto l’IC network gira la Puglia ed è un’ulteriore occasione per loro per conoscere nuovi luoghi e condividere bei momenti con altri connazionali, dislocati in diverse parti d’Italia.

La finalità di tutte le attività che proponiamo è di non far sentire mai soli i nostri ragazzi  e di regalargli un’esperienza incredibile.»

 

Che feedback ottenete dai ragazzi? Si trovano bene in città e all’Università?

«I feedback che riceviamo dagli studenti in Erasmus a Bari posso fieramente affermare che sono sempre positivi e non credo solo per le tante opportunità che offriamo loro come Associazione, ma proprio perché la città piace tanto per il clima temperato, il mare, la gente allegra, accogliente, positiva e sempre ben disposta a fare amicizia. Bari è in effetti in continuo movimento, c’è vita e tutto ciò che ha intorno contribuisce a far sentire gli stranieri comunque parte della nostra grande comunità. Anche se, va detto, che purtroppo per la pandemia da Covid-19 negli ultimi due anni i ragazzi non hanno potuto vivere pienamente l’atmosfera e la goliardia barese.

In generale, l’unica nota dolente risulta spesso l’Università, a causa ad esempio delle tempistiche di ricezione di determinati documenti, della scarsa comunicazione oppure dell’approccio di alcuni professori italiani che, non essendo abituati ad interloquire e gestire ragazzi in Erasmus, finiscono per sembrare davvero indelicati. Ovviamente, non è mia intenzione generalizzare. Ci sono, infatti, molti altri che, invece, vengono incontro agli studenti, dando loro consigli e materiale di studio diverso o tradotto nella loro lingua madre per facilitare la comprensione della materia e, di conseguenza, agevolandone l’inclusione. A mio avviso, avere degli “erasmus” nella propria Università è un vero valore aggiunto non solo per l’istituzione in sé e la nomea che crea a livello internazionale, ma anche per gli studenti italiani stessi che grazie agli stranieri aprono la loro mente, migliorando la loro conoscenza delle lingue e scoprendo anche come si studia all’estero.»

L’IC Bari rappresenta, quindi, un punto di riferimento ormai ben saldo per chi arriva da fuori e per chi accoglie: un’occasione per tutti di crescita personale e sociale e, se vogliamo, anche di promozione del nostro meraviglioso territorio, che fa innamorare gli stranieri e non stancherà mai noi baresi!

https://www.erasmusbari.it/en/index.php 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.