Principale Cronaca Grande partecipazione per SMAU Taranto

Grande partecipazione per SMAU Taranto

Grande partecipazione per SMAU Taranto.

Seconda edizione in collaborazione con ICE e Camera di commercio ed il contributo di Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio.

Si è conclusa, nel Porto di Taranto, la seconda edizione di #SMAU Taranto, iniziativa di Smau in collaborazione con ICE e Camera di commercio con il suo Punto Impresa Digitale, ed il contributo di Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio – Porto di Taranto.

Vi hanno partecipato il Commissario Straordinario dell’Ente, on. Gianfranco Chiarelli, impegnato nel Live Show inaugurale e nel tavolo di lavoro sull’Industria 4.0, il segretario generale, dr.ssa Claudia Sanesi, presente sul tavolo “Sostenibilità e transizione energetica”. Entrambi hanno consegnato a diverse imprese del territorio i Premi Innovazione SMAU 2022.

“È una vetrina internazionale che porta con sé attrazione e competitività e pone Taranto al centro del Mediteranneo. Siamo soddisfatti di avere ancora una volta SMAU a Taranto – ha commentato il Commissario Straordinario -. L’impegno, rinsaldato con la nostra partecipazione al salone milanese nell’Ottobre scorso, è stato mantenuto, grazie ad un partenariato straordinario e realmente impegnato nell’evoluzione della nostra comunità in senso innovativo e sostenibile. Il livello qualitativo delle nostre startup è sorprendente, ne ho avuto esperienza diretta nel mio ruolo alla guida della Camera di commercio”.

“La nostra è una fra le prime istituzioni pubbliche ad aver affrontato in modo organico il tema dell’industria 4.0 nel sistema produttivo locale: siamo ormai nel secondo triennio di attività del Punto Impresa Digitale e solo nel 2021 abbiamo liquidato voucher alle imprese per  progetti di digitalizzazione per oltre 350mila euro. Dobbiamo certamente valorizzare le eccellenze, ma anche, proprio in quanto Amministrazione abilitatrice di processi, fare in modo che la transizione digitale sia sempre più pervasiva e coniugata con quella ecologica. Oggi dobbiamo stringere un patto di fiducia fra le Istituzioni, le imprese e i giovani ed impegnarci in un progetto comune che migliori la vita di tutti noi e generi benessere per tutti” ha concluso Chiarelli.

Sul tavolo “Sostenibilità e transizione energetica“, il segretario generale ha ricordato l’impegno ormai storico della Camera di commercio a favore del cambiamento del modello di sviluppo economico in senso sostenibile: dal progetto Oikos che, fra le altre cose, prevede anche la creazione di un hub per l’impresa nativamente innovativa e orientata alla sostenibilità, a “La V stagione dell’impresa” che pone l’attenzione sulla polis e sui nuovi paradigmi imprenditoriali, senza dimenticare l’importanza dell’impatto sociale.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.