Principale Estero Troppe menzogne: nascono ordini dei medici alternativi

Troppe menzogne: nascono ordini dei medici alternativi

Ecco finalmente un esempio da seguire e proviene dalla Repubblica Ceca dove i camici bianchi che non ne possono più delle imposizioni e delle bugie degli ordini dei medici, regolarmente a libro paga delle aziende farmaceutiche da loro come in tutto il mondo occidentale, hanno fondato un’associazione medica parallela. In questo organismo sono confluiti membri  regolari della Camera medica ceca (ČLK) che hanno un’opinione diversa sulla questione del Covid rispetto al presidente  Kubek.

L’obiettivo principale della nuova camera è avviare una discussione medica vera sulla pandemia e sulle vaccinazioni proprio quella che  viene accuratamente evitata con il sostegno attivo della politica e dei media: lo scopo finale del nuovo organismo e dunque quello di dimostrare ai cittadini che in  medicina si deve sempre cercare la verità e che le affermazioni dogmatiche, come si sta via via confermando, sono molto pericolose per tutti.

Il fondatore dell’associazione medica alternativa, Miroslav Havrda, molto noto nel Paese, dice di aver perso il rispetto per Milan Kubek, presidente dell’Ordine quando ha iniziato a diffondere fanatiche fantasie di morte se le persone non si fossero vaccinate. Ha anche denunciato ripetutamente persone sane e non vaccinate che era state gravemente danneggiate dalle misure del Corona e che per questo hanno polemizzato allo scoperto.

E ha anche affermato che la vaccinazione avrebbe significato la fine della pandemia pandemia: o ha mentito o ha sbagliato in maniera talmente clamorosa che non può certo continuare ad essere un punto di riferimento.

La notizia di questa secessione ha un qualche rilievo per almeno due motivi importanti: gran parte della narrazione mistificatoria ha potuto affermarsi grazie anche alla complicità di ordini e associazioni mediche che spesso sono diventate una leva per evitare e tacitare qualsiasi discussione, specialmente in merito alle cure che oggi si stanno rivelando salvavita, ma che sono state invece messe all’indice.

Ora evidentemente questa situazione e il ruolo indecente svolto dalle burocrazie sanitarie, avide di mettere le mani sugli enormi profitti pandemici, sta creando un punto di rottura per cui l’efficacia della propaganda è destinata a perdere mordente.

La seconda notizia importante è che una fetta di popolazione, minoritaria, ma agguerrita, non sovrastata né dalla paura, né dallo spirito gregario a nessun costo vuole arrendersi alle evidenti menzogne di chi specula sulla salute umana. E men che meno ai disegni politici che si intravedono fin troppo chiaramente dietro la narrazione virale.

Dunque per il potere si pone un problema su come continuare su questa strada e sulla convenienza a creare una frattura cos’ grande nella società.

Miroslav Havrda nell’annunciare la formazione di questo ordine alternativo dei medici ha detto  che “I non vaccinati sono mentalmente aggiornati per combattere le restrizioni illegali – ma i vaccinati stanno cominciando a rendersi conto di essere stati ingannati e stanno valutando con molta attenzione se è il caso di ricevere una terza, quarta o quinta dose di richiamo, quando molti esperti in questo paese e in tutto il mondo che sostengono il modo migliore per prevenire malattie gravi è contrarre una malattia lieve sotto forma di un’infezione variante omicron”. E vista l’enorme infettività di Omicron e la sua mitezza i test massicci annunciati dal ministero della sanità saranno solo una perdita di miliardi senza senso e senza alcun costrutto.

Ovviamente se ordini dei medici alternativi cominciassero a nascere anche in altri Paesi, come Havrda ha intendere che sta accadendo,  la narrazione sarebbe colpita a morte e colerebbe a picco in poco tempo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.