Home Cultura & Società Eventi & Spettacoli Di Lella e il successo del suo concerto di capodanno di Roma

Di Lella e il successo del suo concerto di capodanno di Roma

L’evento, giunto alla sua settima edizione, è diventato un appuntamento imperdibile sia per i romani che per i tanti turisti presenti a Roma durante le festività. Un innovativo concerto di capodanno interamente dedicato alla musica del cinema italiano conosciuta nel mondo, che diventa così protagonista di uno straordinario e bene augurale viaggio musicale. L’obiettivo, ben riuscito bisogna dire, è quello di offrire una valida alternativa di spessore a concerti di stampo classico come quello di Vienna e quello di Venezia, nell’auspicio che Roma possa diventare Caput Musicæ e faro culturale per il resto del mondo.

Quest’anno i 72 musicisti della “Gerardo Di Lella Grand O’rchestra” hanno reso omaggio tra gli altri anche a: Vittorio De Sica – Nino Manfredi – Piero Piccioni – Ettore Scola – Ennio Morricone – Gigi Proietti – Franco Battiato, Lina Wertmuller, scomparsa recentemente.

Il concerto, che quest’anno insieme al M° Di Lella ha visto la co-conduzione di Antonio Flamini, esperto ed appassionato di cinema italiano ed internazionale, ha avuto inizio con l’immancabile e istituzionale Inno di Mameli, con il pubblico in piedi palesemente emozionato. A seguire, il primo brano è stato “Parlami d’Amore Mariù” in onore dei 120 anni della nascita di Vittorio De Sica, che l’artista ciociaro aveva cantato nel film “Gli Uomini che Mascalzoni” di Mario Camerini e che tra l’altro proprio con questo film partecipò al 1° Festival del Cinema di Venezia nel 1932.

Il secondo brano è stato il tema della colonna sonora” Il Giardino dei Finzi Contini” scritto da Manuel De Sica per l’omonimo film del padre Vittorio (in sala era presente anche la moglie di Manuel, Maria Lucia De Sica).

Seguono due temi di Armando Trovajoli, “C’eravamo tanto Amati” in omaggio al centennale della nascita di Nino Manfredi e “La Famiglia” in occasione dei 90 anni dalla nascita di Ettore Scola.

La parte più emozionante del concerto di quest’anno è stata l’omaggio al grande compositore Ennio Morricone, scomparso lo scorso anno. Il blocco a lui dedicato è iniziato con “il Triello”( tratto dal film “Il Buono il Brutto e il Cattivo”), brano che Morricone non eseguiva mai in concerto e che invece il M° Di Lella ne ha voluto evidenziare la grande capacità emotiva, “Le Vent le Cri” (da Le Professionnel), “La Resa dei Conti” (da Per Qualche Dollaro in Più), “The Untouchables” (dal film omonimo) e “The Dead Theme” tema struggente sempre tratto dallo stesso film, chiudono il blocco i due meravigliosi temi di “Nuovo Cinema Paradiso”e “Childhood and Manhood” (sempre dello stesso film).

Dell’immancabile Nino Rota sono state eseguite “il Bidone” di Federico Fellini e “The God Father Waltz” dal film il Padrino III di Francis Ford Coppola.

Il concerto continua con un omaggio a un compositore legato al M° Di Lella da una profonda stima e amicizia, il M° Stelvio Cipriani, che con “Anonimo Veneziano” ha suscitato in molti spettatori il ricordo di quando egli stesso si cimentava al pianoforte e con la grande orchestra del M° Di Lella eseguiva il suo celeberrimo brano.

Immancabile la presenza di alcuni brani di Piero Piccioni con il quale il M° Di Lella ha collaborato negli ultimi anni della sua vita artistica. “Soraya”, “Amore, Amore, Amore”, “Marcia di Esculapio”, “You Never Told Me” e “Travolti da un Insolito Destino”,  quest’ultimo in omaggio a Lina Wertmuller recentemente scomparsa, tra l’altro proprio con questa colonna sonora Piero Piccioni vinse il David di Donatello.

Fuori programma, il M° Di Lella quest’anno ha voluto omaggiare, anche se non strettamente legato alla musica del cinema, il grande artista scomparso Franco Battiato con due brani significativi “La Cura” e “Centro di Gravita Permanente”.

Infine il concerto si è concluso con un omaggio al grande Gigi Proietti con il tema la colonna sonora del film “Febbre da Cavallo”.

Molti i Vip presenti in sala tra i quali: Vittorio Sgarbi, Franco Nero, Lino Patruno, Sebastiano Somma, Michele Cucuzza, Eleonora Vallone, Jason Piccioni, il prefetto Fulvio Rocco De Marinis, Maria Lucia De Sica, Dario Salvatori,  Stefania Binetti, Isabel Russinova, l’avvocato Ottorino Giugni, Andrea Quattrini, Adriana Russo, e molti altri.

A fine concerto, dopo aver ringraziato l’amministratore dell’Auditorium Conciliazione Francesco Carducci e il suo staff, le amministrazioni di Regione Lazio e Comune di Roma per la concessione dei rispettivi Patrocini, il M° Di Lella ha invitato a salire sul palco gli sponsor che anche quest’anno hanno sostenuto il concerto: Gianni Torre in qualità di amministratore di Usi (Unione Sanitaria Internazionale), e Andrea Cappella in rappresentanza di Autocentri Balduina. Il M° Di Lella visibilmente emozionato ha ringraziato le due importanti aziende per il loro prezioso sostegno soprattutto in un momento cosi difficile per la musica e per l’arte in generale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui