Principale Cultura & Società Eventi & Spettacoli “Vi svelo i segreti della voce”. Intervista a Ida Decenvirale

“Vi svelo i segreti della voce”. Intervista a Ida Decenvirale

a cura di Daniela Priesco

Ida Decenvirale si laurea in canto presso il Conservatorio di Musica “NICCOLO’ PICCINNI” di Bari sotto la guida della Prof.ssa Katia Angeloni ed è specializzata in acustica e tecniche di comunicazione pnl vocal*

Cura da molti anni la preparazione vocale di attori televisivi, teatrali e di cantanti lirici, pop e di musical. I suoi allievi hanno partecipato a vari spettacoli nazionali tra cui “Amici” di Maria De Filippi, “Giulietta e Romeo” di Riccardo Cocciante, “Ti lascio una canzone” di Antonella Clerici e “Io Canto” di Roberto Cenci.

È stata la Vocal coach di numerosi artisti italiani tra cui Moses, Enzo Iacchetti, Simona Samarelli. Ha partecipato e collaborato con eventi concertistici internazionali a Los Angeles e con il Maestro Vessicchio. Collabora con le “OFFICINE MUSICALI” di Lecce: accademia musicale diretta da Danilo Tasco, batterista dei Negramaro. E’ Direttore Artistico del MedMusic

Sarà al fianco di Mario Greco nei due contest organizzati per il mese di febbraio : Sanremo Discovery e Television Song festival

L’intervista

1)Ciao Ida possiamo conoscere meglio te e il tuo lavoro? Iniziamo dalle basi : Come si diventa vocal coach?

Bella domanda ! In realtà è un percorso che si matura con la propria preparazione e sviluppando con il proprio intuito la sensibilità per comprendere le problematiche altrui e risolverle con estremo tatto.Quindi direi che si tratta di vocazione.

2) Qual’e’ la differenza tra La Vocal coach e l’ insegnante di canto?

Potrei sembrare nozionista ma ritengo che la differenza sia forse ancora oggi non appieno compresa;il vocal coach ha un’esperienza diretta sul campo da insegnare con una base strumentistica imprescindibile,l’insegnate solitamente limita il metodo al proprio repertorio.Diciamo che ha una cognizione di insegnamento personale,a differenza del vocal coach che ha una esperienza grandissima con tantissimo repertorio annesso.

3) Facciamo un collegamento con il Festival di Sanremo in particolare con i due contest organizzati da Mario Greco (Sanremo Discovery e Television Song festival) : potresti darci qualche impressione sul lavoro svolto e svolgendo e su Sanremo in generale?

Il mio lavoro con Mario è un lavoro duplice tra preparazione musicale e impresariato: quindi non soltanto scuola ma soprattutto management .Direi che occorre una grandissima preparazione con il lavoro di sound engeneering dedicato alla predisposizione dei talenti in televisione e sul palco.E la chiave di volta di un rapporto da implementare con i talenti attraverso le nostre reciproche esperienze.

4)In quanti, oggi, si affiancano ad un vocal coach?

Oggi si parla di coach anche per la vita!!!
quindi ti lascio immaginare cosa non farebbe un atleta senza il suo trainer
Credo che tutti gli artisti oggi hanno bisogno di una guida e che in particolar modo cercano la serenità di essere seguiti passo passo.

5)I vostri studi sul metodo sono tutti basati sull’esperienza, su pratiche testate innanzitutto su voi stessi?
I metodi si equivalgono o ce ne sono alcuni di cui è riconosciuta una maggiore efficacia?

Ho studiato con un’insegnante bulgara che mi ha subito fatto capire che la respirazione diaframmatica ha priorità su tutto per cui allenare gli addominali è vita!
Ho cosi realizzato, grazie alla mia esperienza personale, un libro che si chiama I SEGRETI DELLA VOCE, un manuale per performers, di public speaking quindi adatto a chiunque debba esibirsi o parlare in pubblico,
ballerini e cantanti, giornalisti e politici, speakers radiofonici.
Un manuale annoverato tra i best seller di Amazon quindi ha funzionato poichè ha dei fondamenti di pnl (Programmazione Neuro Linguistica) una pratica efficace a mio avviso, di autoconoscenza e di automotivazione che induce l’artista ad utilizzare tecnica e personalità

6)il supporto di un vocal coach è ugualmente consigliato sia per chi è agli inizi ,per insegnare a cantare, e sia per cantanti già formati che vogliono perfezionarsi.
C’è consapevolezza della vostra necessità o si preferisce andare avanti da soli, considerando il vostro supporto un lusso o qualcosa di superfluo?

LA CONSAPEVOLEZZA è d’uopo in quanto ho curato da adulti Enzo Iacchetti (Striscia la Notizia) performer, Iaia Forte (attrice), Enrico Brignano (attore), Simona Samarelli (performer Compagnia della Rancia), Giampiero Ingrassia (performer), e tanti altri. Ciò significa che la carriera necessita di essere curata fino alla fine perchè un vocal coach controlla tutte le tue reazioni anche le più impensate infatti studiare gli imprevisti facilita qualsiasi esibizione e rende consapevoli dei propri limiti.

7)Una voce, per essere bella, deve essere a tutti i costi impeccabile tecnicamente? O anche una voce imperfetta e acerba può essere valida?

La tecnica non rende bella la voce e non la modifica; la tecnica serve a facilitare l’emissione vocale, tecnica significa non sforzare l’organo vocale. Se poi parliamo di estetica vocale allora parliamo di gusti, un “fatto” estremamente personale a quanti piace un cantante o quanti detestano lo stesso.
Battaglia eterna!
Invece se parliamo di difetti …. tutto da capire cosa si intende per difetto. “Voci difettose” non esistono.Difetti vocali nemmeno,certo parlare di voci perfette significa parlare di voci tecnicamente inquadrate e fin qui tutto ok.
Invece voce acerba significa voce non ancora matura quindi che non ha ancora effettuato la “Muta Vocale” in tal caso il vocal coach riesce a catturare un repertorio idoneo al preciso status vocale dell’ allievo.

8)Segui le nuove voci emergenti italiane?

Si con Mario Greco abbiamo creato l’ACCADEMIA I SEGRETI DELLA VOCE in Italia e Accademia Musicale in Romania e devo dire che abbiamo ragazzi molto promettenti che sicuramente ci daranno soddisfazione

9)Quanto è faticoso lavorare sulla propria voce?

È DURISSIMo!Lavorare sulla propria voce significa diventare perfezionisti soprattutto sull’intonazione e si passa tutta la vita a registrarsi per evitare brutte figure…….poi se hai l’orecchio assoluto è matematicamente impossibile uscirne vivi.E’ come se diventasse un problema esistenziale perchè non sopporti nemmeno un comma fuori posto, diventi amante delle tonalità e impazzisci se un altro strumento va fuori ….. insomma la propria voce diviene lo specchio della tua anima.

10)In quale attività ti trovi più a tuo agio? Vocal coach o cantante?

Se mi avessi posto questa domanda qualche anno fa ti avrei risposto che mi piaceva di più fare la vocal coach nonstante gli innumerevoli concerti effettuati tra Italia, Messico, California, Svizzera etc. ma oggi sento la mia voce pronta per affrontare repertori anche differenti comprese le lingue oggi parlate e gli stili perfezionati.Anzi aggiungo che un vocal coach deve parlare e cantare almeno 3 lingue.
Io sono italo americana di padre e franco spagnola di madre e parlo anche rumeno e canto anche il tedesco
Quindi occhio allo studio, e specifico che essere anche pianista aiuta gli allievi ad ottenere versioni personalizzate di qualsiasi cover oltre che creare inediti su misura.

*note biografiche

Compimento inferiore presso il conservatorio di Musica “NICCOLO’ PICCINNI” di Bari sotto la guida della Prof.ssa Angela Matarrese;
Perfezionamento in pianoforte sotto la guida dei Maestri Pierluigi Camicia e Massimo Lanza;
Nel 2002 arriva al Perfezionamento in canto lirico sotto la guida dei Maestri Sergio Bertocchi, Scala di Milano, Antonella Muscente, Paolo Ruggero;e al Perfezionamento in musica da camera sotto la guida del M° Franco Mezzena;Nel 2004 il Master Class di Musica da Camera tenuti dal M° Franco Mezzena fino al 2005 all’interno del prestigioso Festival “Ticino Musica” in Svizzera;Nel 2007 il Corso di “Acustica” presso il Conservatorio Di Musica “NICCOLO’ PICCINNI” di Bari

Daniela Piesco Vice Direttore Radici

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.