Home Cronaca Formentera: la perla del Mediterraneo

Formentera: la perla del Mediterraneo

Formentera è l’isola più piccola dell’arcipelago delle Baleari ed è uno di quei luoghi in grado di togliere il fiato. Eh sì, perché questo fazzoletto di terra, è molto di più che un semplice posto dove passare le vacanze: è uno stato mentale. Ma cosa intendiamo dire con questa frase?

Prima di addentrarci nelle sue infinite bellezze, è necessaria però qualche informazione pratica: ovvero come raggiungere l’isola e come visitarla.

Per arrivare a Formentera è necessario prenotare un volo con destinazione Ibiza e poi da lì recarsi al porto. È infatti da qui che potrete imbarcarvi su uno dei tanti traghetti per la “isla bonita” (nomignolo che le si adatta alla perfezione data la sua strabiliante bellezza).

Per visitare l’isola il noleggio di una moto a Formentera è sicuramente la scelta più adatta: con i capelli spettinati dal vento potrete raggiungere velocemente tutte le sue splendide spiagge.

Il mare e le spiagge 

Le acque cristalline di Formentera vengono spesso annoverate come le più limpide le Mar Mediterraneo. Il loro segreto risiede nella presenza di una pianta endemica, la Posidonia Oceanica, che crescendo come una prateria nel fondo, ne conserva la trasparenza ed impedisce l’erosione delle coste.

L’isola vanta numerose spiagge e la maggior parte di queste sono ricoperte da fine sabbia bianca.

Se vorrete sentirvi all’interno di una cartolina, visitate di prima mattina la meravigliosa spiaggia di Ses Illetes o la sua spiaggia “gemella” Levante: qui vedrete il mare fondersi con il cielo e una natura incontaminata come cornice naturale.

Ma non è solo qui che apprezzerete la straordinaria bellezza del mare di Formentera: la lunga spiaggia di Mitjorn è una costa ricca di calette dove poter praticare il naturismo. La forma più alta di fusione con la natura!

Se invece sarete stanchi di queste sfumature di azzurro… lo scenario cambia decisamente nella zona di Es Calò de Sant Augustì. Questo piccolo centro abitato, un tempo famoso per la presenza di numerosi pescatori, è costeggiato da 3 calette leggermente scogliose. Si chiamano proprio Ses Platgetes (ovvero le spiaggette) e si tratta di accessi al mare in cui il terreno, in parte sabbioso ma vicino al mare più roccioso, regala all’acqua tonalità inedite.

Per chi desidera una spiaggia comoda e ricca di servizi, Es Pujols è quello che fa per voi. Centro nevralgico dell’isola, è il posto adatto a chi cerca un mare meraviglioso con tanti confort come bar e ristoranti.

Infine, c’è la meravigliosa spiaggia di Cala Saona, una vera e propria baia naturale. Circondata da alte rocce rossastre e con un facile accesso al mare, è ideale per le famiglie con bambini. 

I tramonti

Formentera, oltre alle sue meravigliose spiagge, è celebre per i tramonti: osservare il sole che saluta il giorno è uno di quei momenti che vi riconcilierà con qualsiasi cosa su questo pianeta!

Immaginatevi piacevolmente stanchi dopo una giornata passata tra bagni, passeggiate e giochi sulla spiaggia: ad un certo momento vedrete come, tantissime persone, si apprestino a raggiungere i vari “chiringuitos” (bar sulla spiaggia) dove godere di un fantastico tramonto.

Fa infatti parte della tradizione dell’isola assistere al calar del sole mentre si sorseggia una birra fresca oppure un buon cocktail. Ma dove vi domanderete?  Beh, i posti sono diversi ed ognuno merita almeno una visita.

Sulla spiaggia di Migjorn, avrete l’imbarazzo della scelta, perchè è qui che si concentrano alcuni dei locali più famosi dove celebrare il rito dell’aperitivo al tramonto: il Lucky, il Kiosko 62, il Blu Bar ed il mitico Piratabus, quest’ultimo celebre per i suoi mojito.

Se invece vorrete spostarvi verso il porto di Formentera locali come Sa Sequi, Beso Beach o Can Carlitos non vi deluderanno.

Ognuno racconta una storia diversa ma il finale è sempre lo stesso: la magia di Formentera è qualcosa che non si può toccare ma si può solo vivere!

Il passato hippy

Se fino a qui tutto vi può essere sembrato ordinario… c’è qualcosa nell’aria di Formentera che vi destabilizzerà, un’aura in grado di dilatare il tempo e che vi farà perdutamente innamorare di lei.

È il suo passato di isola hippy, ovvero di luogo remoto scevro da qualsiasi convenzione o schema. Negli anni ‘70 infatti, tantissimi ragazzi e ragazze, provenienti da qualsiasi latitudine, scelsero questa terra come casa. All’epoca l’energia elettrica non era ancora diffusa e si poteva vivere in una dimensione libera, lontana dal capitalismo imperante altrove.

La gente si ritrova per le strade a chiacchierare, soprattutto alla Fonda Pepe, un luogo ancora esistente nel piccolo paesino di Sant Ferran. Qui è possibile vedere alcune foto di quei tempi andati, in cui i ritmi erano lenti e bastava poco per vivere in armonia con il prossimo.

Tutto questo aleggia ancora nell’aria di Formentera: nella sua terra così poco florida, nelle sue profumate pinete a ridosso del mare e nelle sue stradine sterrate e polverose. Formentera è uno stato mentale per questo e mille altri motivi… tutti da scoprire lentamente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui