Home Politica Diritti & Lavoro Scuola: Concorso per 13mila nuovi docenti infanzia e primaria

Scuola: Concorso per 13mila nuovi docenti infanzia e primaria

fidest press agency

Le prove dal 13 dicembre ma niente accesso per neo-laureati e nuovi candidati con titoli: Anief non ci sta. Mancano pochi giorni all’avvio delle prove del concorso ordinario infanzia e primaria per 12.863 posti, sia per posti comuni che di sostegno, introdotto con il DD n. 498 del 28 aprile 2020 e per il quale sono state complessivamente presentate oltre 100mila domande: il ministero dell’Istruzione ha appena fornite le istruzioni per lo svolgimento della prova scritta, dopo avere anche predisposto gli abbinamenti dei candidati alle aule.

Quelle che si andranno a svolgere, sulla base del Decreto ministeriale che modifica il testo iniziale, saranno però “selezioni cambiate e semplificate, rispetto al bando originario, con una batteria di test alla quale per ora si dovrà sottoporre il personale che intende diventare docente nella scuola dell’Infanzia e della Primaria”, spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, a colloquio con l’emittente radiofonica Italia Stampa.“Successivamente – continua il sindacalista – queste tipologie di prove saranno svolte anche per gli aspiranti prof nella scuola Secondaria di primo e secondo grado.

Poiché sono trascorsi quasi due anni dalla pubblicazione del bando, a questo punto Anief chiede che i termini per presentare domanda di partecipazione siano riaperti per tutti coloro che hanno i titoli per poter partecipare”, ad iniziare da coloro che “si sono laureati frattempo: è importante però, per fare questo, presentare la diffida che mette a disposizione il sindacato e poi ovviamente ricorrere per poter chiedere di partecipare a questa procedura concorsuale”.

Anief ha attivato il ricorso al Tar Lazio avverso l’esclusione dal concorso ordinario 2020 infanzia/primaria e/o per i posti di sostegno di coloro che hanno conseguito il titolo successivamente alla data del 31 luglio 2020. La partecipazione al ricorso è possibile per coloro che entro la data del 05 novembre 2021 abbiano conseguito il titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente e/o la specializzazione di sostegno V ciclo ex d.m. 95/2020.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui