Home Cronaca Al Procuratore Antimafia di Catanzaro Nicola Gratteri la Cittadinanza di Trezzano Sul...

Al Procuratore Antimafia di Catanzaro Nicola Gratteri la Cittadinanza di Trezzano Sul Naviglio, nell’hinterland milanese

Il prossimo 6 dicembre 2021  alle ore  13,00 – Centro Socio Culturale via Manzoni

Nell’ottobre scorso due killer spararono diversi colpi di pistola contro Paolo Salvaggio, a Buccinasco. Un pregiudicato, per narcotraffico. Morto sul colpo, per strada e in pieno giorno, alle 10 del mattino. Una vera e propria esecuzione. Dopo anni di silenzio, di nuovo il fuoco delle armi. Si sospetta l’avvio di una guerra di ‘ndrangheta.

Buccinasco, con Trezzano sul Naviglio, Corsico  e Cesano Boscone, insieme più di 100.000 residenti alle porte di Milano, è un avamposto definito la Platì del nord, dal nome della cittadina calabrese che è descritta come la capitale della ‘ndrangheta.

Un’ area milanese che si ritrova spesso citata nelle diverse operazioni anti crimine condotte dalle Procure Antimafia.

La Città di Trezzano sul Naviglio ha deciso di dare un segnale  di forte sensibilità culturale e politica nella lotta contro le mafie.

Nel giugno 2020 il Consiglio Comunale Trezzanese approvò all’unanimità la proposta di riconoscere la Cittadinanza Onoraria al Giudice Nicola Gratteri, capo della Procura Generale di Catanzaro, distintosi sin qui in forza di numerose operazioni contro il crimine organizzato calabrese. Il Sindaco di Trezzano sul Naviglio, Fabio Bottero, che guida una Giunta di centro sinistra, esprime soddisfazione per quello che ritiene  un  atto simbolico e forte. La cerimonia si svolgerà quindi il prossimo 6 Dicembre 2021 alle ore 13.00  “Naturalmente ci sarà il  Procuratore Generale dottor Nicola Gratteri. Incontro che ci   regalerà una grande soddisfazione e l’occasione di imparare.

Ho creduto fortemente che la  proposta venisse accolta dal Consiglio Comunale della mia   Città con voto unanime e ciò accadde, a dimostrazione del fatto che queste battaglie   devono vederci uniti senza se e senza ma. Come sarà importante che sia sempre più   visibile uno schieramento sociale, culturale e associativo sull’intero  territorio impegnato   nella diffusione  di culture di legalità e di opposizione al fenomeno mafioso sotto qualunque   forma esso si presenti. Continuo ad auspicare la nascita di una Commissione Antimafia   Intercomunale  effettiva, che coinvolga l’impegno dei nostri territori” .

Queste le parole del Sindaco Fabio Bottero che, effettivamente, testimonia efficacemente la necessità di una  Commissione Antimafia  Intercomunale forte e coesa in collaborazione tra i Consigli Comunali dell’area interessata. Idea  che Bottero condivise con l’ex Sindaco di Corsico Filippo Errante, il primo a esprimerla pubblicamente.

Ma la proposta fatica a decollare con la forza che essa meriterebbe.

Francesco Magisano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui