Home Eventi & Spettacoli La flautista salentina Giorgia Santoro ospite dell’International Kiev Flute Festival

La flautista salentina Giorgia Santoro ospite dell’International Kiev Flute Festival

Lunedì 25 ottobre sarà sul palco con una composizione di Giovanni Tamborrino. Dal 23 al 29 ottobreGiorgia Santoro è ospite dell’International Kiev Flute Festival.

Nella capitale ucraina la musicista salentina è infatti componente della giuria del concorso flautistico internazionale ed è stata scelta come docente di alcune master class in flauto e come solista per l’inedito concerto che si terrà lunedì 25 ottobre nell’auditorium dell’Accademia Nazionale di Musica dell’Ucraina “Pëtr Il’ič Čajkovskij” durante il quale eseguirà, in prima assoluta, “Sabaya per flauto ed elettronica ad libitum”, brano a lei dedicato dal compositore Giovanni Tamborrino, figura tra le più eclettiche e originali dell’attuale panorama musicale italiano.

Giorgia Santoro, diplomata brillantemente in flauto traverso e in jazz e si è successivamente specializzata in ottavino, in musica jazz, in Didattica dello strumento e in flauto solistico. Ha frequentato numerosi Corsi di perfezionamento in flauto in tutta Italia e all’estero (con Angelo Persichilli, Monica Berni, Antonio Amenduni, Gabriele Gallotta, Stefano Parrino) ottavino (con Nicola Mazzanti, Giuseppe Contaldo) e Corsi di improvvisazione Jazz (con Giorgio Gaslini, Nicola Silo, Sante Palumbo, Stefano Battaglia, Paolo Damiani, Maurizio Giammarco, Butch Morris, Joelle Leandre, Marcus Stockhausen, Eugenio Colombo, William Parker, Kent Carter, Steve Potts, Greg Burl). Vincitrice di importanti Concorsi nazionali e internazionali e dell’audizione tenuta dall’orchestra della Magna Grecia, dall’Orchestra Giovanile della Regione Puglia e dall’orchestra I.C.O. “T. Schipa” di Lecce con la quale collabora dal 2001. Ha vinto la borsa di studio di 5000§ per il Berklee College of Music di Boston, per il Corso di

Alto Perfezionamento Jazz tenuto da Giorgio Gaslini e per il corso di improvvisazione tenuto da Buth Morris nell’ambito del festival Roccella Jonica Jazz.

Ha collaborato con personaggi di fama internazionale e ha suonato sotto la direzione di Riccardo Muti, ha eseguito numerosi concerti da solista in duo con il tenore Andrea Bocelli, con i soprani Katia Ricciarelli e Hong Mei Niè e con il tenore Josè Carreras. Ha partecipato alle tournée di Andrea Bocelli, Claudio Baglioni, Zucchero, Umberto Bindi e Renato Zero, con il quale ha registrato due CD.

Ha inoltre collaborato con Franco Battiato, Francesco De Gregori, Francesco Di Giacomo, Giovanni Lindo Ferretti, Gianna Nannini, Piero Pelù, Sonia Bergamasco, Mauro Pagani, Vinicio Capossela, Caparezza. Nell’ambito della musica contemporanea, ha collaborato con i compositori Giorgio Gaslini, Alessandro Solbiati,  Marco Betta, Michele Dall’Ongaro, Raffaele Bellafronte, Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo, Roberto Beccaceci, Kaija Saariaho, Emanuele Casale, Francesco Filidei, Geoffroy Drouin,  Sylvano Bussotti, Karola Obermuller, Curt Cacioppo, Ivan Fedele, David Lang, Gianni Francia, Giovanni Tamborrino.

È stata scelta dal regista Ferzan Ozpetek per girare alcune scene del film “Mine vaganti”; ha inoltre registrato la colonna sonora del film “Nuovomondo” di Emanuele Crialese e del film “Balkan Bazar” di Edmond Budina.

Svolge attività concertistica in Italia e all’estero come solista, in orchestra ed in varie  formazioni cameristiche. Ha eseguito concerti per importanti Associazioni e Teatri ed ha collaborato con note orchestre. Dal 2001 collabora in qualità di 1° flauto, 2° flauto e ottavino con l’Orchestra I.C.O. “T. Schipa” di Lecce, con l’Orchestra della Magna Grecia di Taranto e Potenza e con l’Orchestra della Provincia di Bari.

Svolge attività concertistica in Italia e all’estero come solista, in orchestra ed in varie  formazioni cameristiche.

È promotrice dei progetti “Tran(ce)formation Quartet” (con cui nel 2011 ha registrato il disco Entrance, e nel 2014 Nautilus prodotto dall’etichetta pugliese Workin Label), “Déjà vu” e “Flatus Vocis”. Nel 2021 ha pubblicato La Mar, terzo lavoro discografico del progetto  “La Cantiga de la Serena” (Dodicilune).

Attualmente è docente di flauto presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui