Home Cultura & Società ‘Lo studentucolo’

‘Lo studentucolo’

“Lo studentucolo che sa un po’ di latino e di storia, l’avvocatuzzo che è riuscito a strappare uno straccetto di laurea alla sorveglianza e al lasciar passare dei professori, crederanno di essere diversi e superiori anche al miglior Operaio”.

ANTONIO GRAMSCI

Così si esprimeva in tempi non sospetti Gramsci …

Ed io aggiungo:

Eccezioni a parte, naturalmente, perchè, oggi, di ragazzi volonterosi, che desiderino studiare per formarsi ed istruirsi (cosa ben diversa dall’essere educati), ce ne sono, eccone, ma quegli Individui ai quali si riferiva Gramsci (laureati per forza), erano, e restano, le metastasi di una Società malata.

Non solo, molti di loro, da adulti, entrano a far parte del mondo del lavoro
attraverso la corrotta “raccomandazione” e,
quand’anche dovessero risultare funzionali al “Sistema” che li ha raccomandati, il danno morale ed economico prodotto alla Società civile, è pressochè incalcolabile.

E, ciò, lo affermo pensando al Grande Giuseppe Di Vittorio, nato a Cerignola (Fg) l’11 agosto 1892 , orgoglio della nostra Antica Terra di Puglia, il quale, in possesso della sola Terza Elementare e di Professione Contadino, fu Partigiano,
Sindacalista e Grandissimo Statista della sua Epoca e la fama ed il prestigio di
Di Vittorio, ebbero largo seguito tra la Classe Operaia ed il movimento sindacale di tutto il
mondo, tanto che, nel 1953, fu eletto Presidente della
Federazione Sindacale Mondiale.

Una arcaica “regola” di
Ragioneria, impone il “principio”, secondo il quale, più aumenta la produzione (in questo caso di laureati) più scema il prodotto.

Forse andrebbe rifondato il mondo della Università …

Forse…

…e, forse ancora, andrebbe dato maggiore spazio all’artigianato e alla creatività, libero da “lacci” e “lacciuoli” burocratici, atteso che, l’Italia, è stata, sin dalla notte dei Tempi,  al centro della Economia, della Cultura e dell’Arte del mondo intero …

Chissà …

Questo è il mio Parere

ROBERTO CHIAVARINI
Opinionista di Arte e Politica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui