Home Cronaca Banca Sella e FEduF: Cosa cambia? L’educazione finanziaria per la sostenibilità ...

Banca Sella e FEduF: Cosa cambia? L’educazione finanziaria per la sostenibilità  

In occasione del Mese dell’Educazione Finanziaria e del Festival della Sostenibilità, il prossimo 13 ottobre, Banca Sella e FEduF (ABI) propongono agli studenti delle scuole secondarie di II grado di Bari l’incontro online “Sostenibilità, economia circolare e consumi consapevoli: cosa cambia?”, condotto dai divulgatori della Fondazione creata da ABI insieme agli esperti di Banca Sella per far riflettere e sensibilizzare le ragazze e i ragazzi sui temi della economia circolare e della gestione consapevole delle risorse.  

BARI – Qual è l’impatto dei nostri comportamenti sul pianeta, l’economia e la società? Qual è l’impatto delle nostre scelte? Quanto è importante agire subito? Cosa cambia se prestiamo maggiore attenzione ai nostri comportamenti?

Domani 13 ottobre, gli studenti di Bari possono trovare una risposta a queste domande nella diretta streaming rivolta a tutte le scuole secondarie di II grado del territorio per avvicinare gli studenti all’educazione finanziaria da differenti prospettive. 

Questo è l’obiettivo di Banca Sella e FEduF che, nell’ambito del Mese dell’Educazione Finanziaria (promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria) e del Festival della Sostenibilità di ASVIS propongono un incontro digitale, il prossimo 13 ottobre, per promuovere la conoscenza di nuovi modelli di sviluppo sostenibile quali l’economia circolare, la finanza etica e di nuovi stili di consumo e di spesa più consapevoli e responsabili.   

“I dati testimoniano un lento ma progressivo miglioramento sul fronte della diffusione dell’educazione finanziaria nel nostro Paese – commenta Laura Fineo, Vice Responsabile Area Digital Transformation e Marketing di Banca Sella – e partecipare insieme a FEduF al Mese dell’educazione finanziaria e al Festival della Sostenibilità assume per noi un significato ancor più rilevante, dato il nostro impegno sempre più deciso nel diffondere la cultura di un’economia sempre più attenta ai temi della sostenibilità e della salvaguardia dell’ambiente”.

 L’incontro online “Sostenibilità, economia circolare e consumi consapevoli: cosa cambia?” si basa sul nuovo programma didattico realizzato dalla FEduF per le scuole superiori, che verrà presentato agli studenti salernitani.  L’incontro si collega all’indagine “Cosa Cambia” realizzata da Banca Sella con l‘obiettivo di proporre agli studenti di lavorare sui temi dell’educazione circolare e sui modelli, gli approcci economici e le buone pratiche che possono accompagnare e favorire lo sviluppo sostenibile.

L’attenzione ai temi della sostenibilità registrata dalla fotografia realizzata da Banca Sella nel suo rapporto interattivo non lascia adito a dubbi: ad esempio in tema di mobilità nel 2020 sono state acquistate più di 2 milioni di biciclette con una crescita del 44% del parco e-bike grazie anche agli oltre 550 mila italiani che hanno usufruito degli incentivi statali per acquistare un mezzo a due ruote. Se invece ci concentriamo sul tema dell’alimentazione, la ricerca rileva che nel Sud Italia si concentrano la maggior parte delle aziende agricole biologiche (54.3%), al Nord invece la maggior parte dei consumi bio (63%) e che sono sempre di più gli imprenditori under 35 (+14% in 5 anni) che hanno dato vita a un’agricoltura sempre più sostenibile. 

“Il Mese dell’educazione finanziaria e il Festival della Sostenibilità sono una straordinaria opportunità che permette a FEduF e a Banca Sella, con cui collabora da anni, di mettere a disposizione delle scuole un percorso innovativo su tematiche di rilievo fondamentale per i giovani. – commenta Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale della Fondazione creata da ABI – Questo aspetto è cruciale poiché l’educazione finanziaria è materia che a tutti gli effetti contribuisce alla definizione dei concetti di legalità e di democrazia, rappresentando non solo uno strumento di tutela e valorizzazione del patrimonio economico individuale e sociale, ma anche un diritto di cittadinanza richiamato dalla stessa Costituzione”. 

Al termine della lezione tutti gli studenti, parteciperanno ad una “sfida economica” online relativa ai temi affrontati attraverso la piattaforma www.kahoot.it.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui