Home Cronaca ESCLUSIVA. Il cantante  italo-argentino Jorge Barreto fa scoprire  il seducente tango della...

ESCLUSIVA. Il cantante  italo-argentino Jorge Barreto fa scoprire  il seducente tango della Milonga

Giovanni Mercadante

Jorge Barreto 

Un talento scoperto per caso grazie alla segnalazione del prof. Michele Pellegrino, geologo e redattore del progetto del “Pane D.O.P. di Altamura” (riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura nel 2003 a firma dell’allora Ministro Gianni Alemanno).

Un’amicizia, tra il geologo e il cantante,  nata durante un concerto tenuto nell’estate appena trascorsa a Roseto Capospulico (Cosenza), la cui musica aveva coinvolto tutti i villeggianti del luogo. Presentazione fatta in quell’occasione tramite la cantante lirica italo-argentina, Stella Sassone, figlia del famoso scultore Antonio Sassone, i quali oltre ad essere amanti della musica e della cultura, sono due persone generose, a cui J. Barreto è legato da profonda amicizia e gratitudine per il supporto alla sua carriera.

Jorge Barreto argentino di nascita, ma  italiano sangue. I suoi nonni sono calabresi, rispettivamente originari  uno  della costa tirrenica e l’altra di quella jonica.  Per questo motivo è orgoglioso di possedere la cittadinanza italiana.

Attualmente vive in Puglia.

L’artista, nato a Buenos Aires (1963), ha vissuto tutta la vita nella sua città di Avellaneda, nella medesima provincia; una località fiorente dal punto di vista commerciale e portuale. Lì il tango è vissuto in modo speciale.

Divorziato, i suoi figli già adulti vivono nella capitale argentina. Di formazione universitaria, ha studiato alla scuola di musica di  Gladys Viñayo.

Calca i palcoscenici internazionali dall’età di 8 anni. Insomma, un talento. Per la sua voce da “macho”,  per la sua personalità dai modi raffinati, solare, è stato da sempre corteggiato da numerosi maestri; però –  tiene a precisare Jorge – due di loro  hanno forgiato il suo percorso artistico: il M° Dante Gilardoni (7 febbraio 1921-4 ottobre 2000), uno degli autori e compositori più conosciuti al mondo della musica del tango e di altre melodie; e l’altro, il più grande di tutti i tempi, il M° Enrique Domingo Cadicamo, poeta, paroliere emigrato in Argentina, a cui Jorge è molto affezionato per una frase che gli dedicò su un pezzo di carta autografata, con cui dichiarava che sarebbe diventato un grande cantante di musica da tango.

  1. D. Cadícamo, noto anche con gli pseudonimi di Rosendo Luna e Yino Luzzi, (Luján15 luglio1900– Buenos Aires3 dicembre 1999),  è stato un personaggio di spicco nella storia del tango.

Il noto cantante Carlos Gardel (1890-1935) di genitori francesi, vissuto anch’egli in Argentina, registrò oltre 25 successi con testi del grande E.D. Cadicamo. Melodie piene di “pathos”, tipiche della Milonga (Los mareados; Tres Esquinas; Por la vuelta; Nostalgias; Pompas de Jabón; Muñeca Brava; Noche de estrellas; Nunca Tuvo Novio; Pituca; El canto di Buenos Aires)

Il Tango e la Milonga sono balli di coppia molto popolari in Argentina;  anche qui in Italia  – aggiunge J. Barreto –  ci sono festival e spettacoli teatrali molto apprezzati, perché c’è qualcosa  che ci accomuna: la passione, il romanticismo, la seduzione, senza omettere ovviamente le altre tradizioni che sono in comune con i paesi neo latini: la cultura, il cibo. La sua presenza in Italia è stata l’esigenza di un richiamo alle proprie radici, un bisogno spirituale, di appagamento dell’anima che sentiva sin da giovanissimo.

Oltre ad essere cantante è anche musicista. Solitamente si accompagna con la chitarra, suo fedele e amato strumento, mentre in altre occasioni  è accompagnato da amici musicisti con cui forma  una bellissima orchestra di tango.

Oltre a cantare, ovviamente è anche un ballerino di milonga (non insegnante); balla per divertirsi  e poter godere le bellissime melodie composte dai grandi autori argentini.  Inoltre è davvero un piacere – continua J. Barreto -vedere le persone che ballano durante le sue esibizioni canore.

Nella sua carriera ha attraversato diversi stili musicali, fino a quando non è approdato nel tango, uno stile unico, affascinante e intrigante. Ha partecipato a molti eventi nazionali e internazionali come Milonghe e Club Festival, con l’Orchestra Alto Tango di Buenos Aires; Spagna Festival Internazionale di Tango; Grecia Festival Internazionale Eladia Blazquez Lanjarón, e tanti altri.

Prossimo appuntamento a Granada in Spagna, dove il 23 ottobre 2021 canterà per l’Associazione  di Argentinos in Granada.

Concludendo, Jorge Barreto  consiglia i lettori in generale di frequentare le scuole di ballo, dove si tengono lezioni di tango, perché ci sono molte persone che per qualche motivo vengono lasciate sole; attraverso questo ballo possono divertirsi con persone della stessa età, accompagnarsi a vicenda e godersi la vita. La milonga insegna anche uno stile di vita: la gentilezza, la cortesia, l’autostima. Tutti elementi che fanno star bene alla mente e al corpo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui