Home Diritti & Lavoro Progetto Eucycle: l’università di Bari incontra l’Europa sull’Economia Circolare

Progetto Eucycle: l’università di Bari incontra l’Europa sull’Economia Circolare

Rilascia l’intervista Sabrina Spallini, docente di Economia Aziendale dell’Università di Bari.

a cura di Francesca Leoci

Il progetto Eucycle – acronimo di “Upcycling Europe Condivisione di buone pratiche sull’Economia Circolare nell’ambito di un partenariato europeo” – avrà sede presso l’Università degli studi di Bari in piazza Cesare Battisti dal 28 al 30 settembre. Il meeting sarà organizzato dalla responsabile scientifica dell’Università di Bari Sabrina Spallini coadiuvata da Rosa Porro con la partecipazione della Senatrice Patty L’abbate, e sarà articolato su tre giornate ciascuna su una specifica tematica riconducibile al fil rouge dell’economia circolare:

  1. La prima sarà dedicata ai principi base dell’Economia Circolare, presupposto per uno sviluppo economico sostenibile;
  2. nella seconda parte della giornata sarà dato spazio alle campagne di comunicazioni messe in atto dai comuni per la sensibilizzazione dei cittadini a differenziare il rifiuto;
  3. il terzo Giorno sarà aperto alle buone pratiche dell’economia circolare per trasformate il rifiuto in risorsa.

Le buone pratiche del Progetto Eucycle

Il progetto è operativo a partire da dicembre 2020 ed è stato approvato dall’Agenzia Nazionale Erasmus Plus INAPP in Italia nell’ambito delle azioni KA2. Esso è finalizzato a promuovere le buone prassi nei Partenariati Strategici per la VET con lo scopo di promuovere i principi dell’economia circolare contribuendo, anche a livello internazionale, a creare una maggiore consapevolezza sull’opportunità del riciclo.

Il pubblico a cui si riferisce il progetto Eucycle è lo staff interno del partenariato, ma si ritiene che le attività progettuali possano generare un forte impatto anche su scuole, enti pubblici o aziende in ciascuno dei paesi partner. Attraverso occasioni di formazione, ricerca e valutazione, si mira a fare di queste buone prassi esempi reali da seguire per far nascere una cultura del rispetto verso l’ambiente e per promuovere il riciclo e l’economia circolare nella maniera più vasta possibile.

L’Università degli Studi di Bari nel campo della ricerca

“Le ricerche attuate da Uniba specialmente nel settore scientifico sono molteplici.” – ci spiega Sabrina Spallini – “Come esempio nel training meeting verranno portati due casi in cui innovazioni prodotte in ambito universitario sono sfruttate economicamente attraverso lo sviluppo di attività d’impresa:  la start up Rewow srl, che si occupa di valorizzazione degli oli alimentari esausti e lo spin off dell’Università di Bari ECOFLY srl, in grado di attuare un sistema per la produzione di insetti, la loro distribuzione agli impianti di bio-conversione dedicati al trattamento dei rifiuti organici e il loro ritiro, trasformazione e commercializzazione al termine dell’accrescimento.”

Inoltre continua la Spallini affermando che “nelle facoltà economiche e giuridiche si stanno sviluppando corsi di laurea che mirano a formare manager e consulenti d’impresa in materia di economia circolare e sostenibilità. Parlo del corso di laurea in Innovazione, Governance e Sostenibilità, o il corso in Diritto dello sviluppo sostenibile”.

 

In un momento storico toccato profondamente da molteplici eventi catastrofici, l’economia circolare può costituire un elemento di convergenza di tutte le componenti sociali. Per far sì che ciò avvenga c’è bisogno di un sostegno sia a livello politico che sociale, per cui è necessaria la sensibilizzazione e della formazione della società e dei singoli individui, finalità principale di questo progetto.

“I principali risultati di Eucycle sono sintetizzabili, nello scambio di buone pratiche sul tema dell’economia circolare, nell’attivazione di un programma di mobilità internazionale nell’ambito del partenariato e nell’implementazione di nuove metodologie formative.”

Quali organizzazione contribuiscono al progetto Eucycle?

A far parte del partenariato internazionale abbiamo:

  • Università degli Studi di Bari Aldo Moro (Italia),
  • Camera di commercio della Basilicata (Italia),
  • Godesk srl (Italia),
  • Mitropolititiko College Anoymi Ekpaideytiki Etairia (Grecia), Università
  • Euro-Idea Fundacja SpolecznoKulturalna (Polonia),
  • FA-Magdeburg GmbH (Germania)
  • MiTale (Finlandia)

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui