Home Eventi & Spettacoli Musica e Stili di vita per una strategia anticancro

Musica e Stili di vita per una strategia anticancro

Il 9 ottobre al Conservatorio di Bari

Organizzato dalla Associazione Gabriel

Adottare uno stile di vita sano significa seguire una alimentazione corretta, attività fisica adeguata, comportamenti efficaci sia nella prevenzione e gestione delle principali malattie croniche sia nel controllo del peso che è uno dei fattori di rischio principali per malattie cardiovascolari, oncologiche e metaboliche.

Tuttavia, pur sentendo parlare di “sani stili di vita”, molte persone non hanno ancora ben chiaro come iniziare a cambiare le proprie abitudini di vita.

L’’Associazione Gabriel, odv per l’umanizzazione delle cure in oncologia con sede a Bari, presieduta dalla giornalista Antonella Daloiso, ogni anno dedica agli Stili di Vita un convegno  di grande rilevanza nazionale, nel quale le informazioni scientifiche sono mediate dai principali strumenti di comunicazione.

Se infatti i medici e in genere i professionisti del settore possono iscriversi e ottenere 6 ECM, il convegno è pure aperto al pubblico. Infatti non solo le informazioni scientifiche, ma anche  la prevenzione, sono gli obiettivi che vengono perseguiti.

In passato è stata l’informazione giornalistica, poi il cinema, poi ancora è toccato alla televisione. Quest’anno il veicolo scelto per comunicare è la musica.

Il 9 ottobre, per tutta la giornata, la Gabriel, insieme al Conservatorio Nicolò Piccinni di Bari organizza il convegno “Musica e Stili di Vita per una strategia anticancro”, patrocinato dalla Regione e dal Consiglio regionale della Puglia, dal Comune di Bari, dalla ASL- BA, dalla Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici, dall’Ordine dei Medici della Provincia di Bari, dal CNR, dall’Istituto Oncologico Giovanni Paolo II di Bari, dalla Apulia Film Commission, dall’Ordine degli Psicologi e dal Rotary. Con il contributo incondizionato di Roche e Merck.

Obiettivo è mettere a confronto le Istituzioni in ambito sanitario e di formazione universitaria con diverse discipline mediche, conoscere lo stato dell’arte e le iniziative che orientino i pazienti ad un “corretto stile di vita”. Il convegno sarà l’occasione per  approfondire l’aspetto della prevenzione in svariate patologie e stati clinici, quali: ipertensione arteriosa; malattie cardiometaboliche; malattie neuro degenerative; neoplasie; malattie infiammatorie croniche intestinali;  nefropatie, stati d’ansia.

Stimolare la sfera emotiva e relazionale di chi lotta per la salute, attraverso la musica significherà anche migliorare la capacità di gestione delle terapie.

Il convegno è presieduto da Geny Palmiotti, direttore del reparto don Tonino Bello dell’IRCCS di Bari, da Domenico Lagravinese, direttore del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Bari e da Corrado Roselli, direttore del Conservatorio di Bari. La segreteria scientifica è affidata ad Antonella Daloiso, giornalista, Maria Grazia Forte, medico nutrizionista SIAN ASL Bari,  Elisabetta Sbisà, biologa molecolare ITB CNR Bari e ad Anna Maria Sallustio, docente al Conservatorio di Bari.

“Ci sono alcuni fattori di rischio –spiega Geny Palmiotti – in grado di influenzare concretamente e in modo negativo la durata della vita di un uomo, come la malnutrizione, la mancanza di sport, il fumo, le droghe, l’alcool, l’obesità. Quando poi si parla di pazienti oncologici e per un discorso di prevenzione, ci vengono in aiuto le nuove scienze, come la nutrigenetica e la nutrigenomica, così come le banche dati di composizione degli alimenti indispensabili per conoscere i risultati epidemiologici”.

Argomenti che saranno sviscerati attraverso diverse tavole rotonde a cominciare da quella istituzionale, moderata da Antonella Daloiso, chairman Geny Palmiotti.

Seguiranno: “L’arte Medica e la Musica : impatto della musicoterapia in oncologia”, moderata dal giornalista Ugo Sbisà, chairman, Mariangela Ciccarese, oncologa. Ancora: “La malattia oncologica: la musica non basta, ma aiuta”, moderata da Antonella Ciervo, chairman Geny Palmiotti; “Musica e Cibo: un connubio a beneficio dei pazienti oncologici”, moderata da Guglielmina Logroscino, giornalista, chairman Maria Grazia Forte”; “Tumori, Musica e Sport: gli effetti benefici della musica”, moderata da Corrado Roselli, chairman Michele Simone; “Alcool, fumo, droghe e cancro, abitudini pericolose. La musica ci salverà?”, moderata da Antonella Daloiso, chairman  Elisabetta Sbisà.

Nell’ambito del convegno scientifico spazio alle 15,15 ad una conversazione sul cioccolato in oncologia. Ne discuteranno Nicola Giotti, maestro cioccolatiere, insieme a Damaride Russi, biologa molecolare e a Geny Palmiotti. Prima, alle 11,30 invece, l’inaugurazione della mostra:  “ Identità Sonore“, strumenti musicali scolpiti, dove l’anima si può toccare. Le opere, circa una decina, dello scultore Aurelio Andriani saranno presentate dal critico d’arte Christian Caliandro.

Il Conservatorio Nicolò Piccinni, inoltre, offrirà ai convegnisti momenti musicali e culturali di altissimo livello.

“Il Conservatorio di Bari- ricorda Palmiotti – è sempre stato vicino ai pazienti oncologici grazie a una Convenzione stipulata con l’IRCCS, della quale si sono fatti promotori il direttore Roselli e la prof. Anna Maria Sallustio, in virtù della quale allievi e docenti del Conservatorio offrono a chi attende le cure nel reparto Don Tonino Bello intermezzi musicali suonando, tra l’altro, il pianoforte a mezza coda, dono della Gabriel”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui