Home Cronaca Una “ricorrenza” davvero speciale

Una “ricorrenza” davvero speciale

Si sono ritrovati proprio in tanti per salutare, nel giorno del suo compleanno, l’ingegner Emilio Pepe:  l’affetto ed i  ricordi sono stati i fili conduttori della serata voluta e organizzata dai figli Paola e Giorgio Donald, per ricordare il papà, venuto a mancare il 30 marzo.

Questa data, come hanno ricordato ai presenti, non è casuale: era il giorno dell’anniversario di matrimonio di Emilio e della “sua” Chiara e proprio in quello stesso luogo, la sala “Lido Azzurro”, avevano festeggiato i loro cinquant’anni di vita “matrimoniale” appena tre anni prima.

l’attore Nicola Pignataro

Poi la vita riesce a sorprendere ed a stravolgere progetti, sogni e desideri ancora da realizzare: come quello di accompagnare ancora per un po’ di tempo la crescita degli amati nipoti Dario, Fabrizia e Emilio jr .

Con l’occasione è stato donato anche il libro di Racconti che Emilio aveva scritto e che il fratello Pino ha fatto stampare: anche il libro è stato consegnato dalla tipografia, per una strana coincidenza in quella stessa “anomala” mattina del 30 marzo.

Il libro è stato realizzato con l’intenzione di fare una gradita sorpresa proprio a quel fratello, amante delle buone letture ma anche bravo ad esprimersi con la scrittura sulla scia del papà, il poeta Giorgio Donald.

Giorgio Pepe, Pino Pepe e Paola Pepe

Infatti la dedica del libro riporta queste parole: “A mio padre ed a mio fratello Pino, magico ispiratore il primo ed instancabile istigatore il secondo perché convinto molto più di me, che potessi cimentarmi con lo scrivere.”

Si tratta di tre racconti legati alla giovinezza ed ai ricordi delle vacanze estive trascorse in un bel paesino dell’Avellinese dove i nonni, Emilio e Pina, ospitavano tutta la famiglia non appena terminate le scuole: momenti felici e incantati del periodo più spensierato della vita.

L’attrice e regista Marinella Anaclerio(foto), cugina di Chiara, ha scelto di leggere, non a caso, il brano dedicato alla “Casa dei nonni” ed il grande Nicola Pignataro, direttore artistico del Teatro Purgatorio di Bari, ma soprattutto compagno di scuola di Emilio ha raccontato le divertenti, per non dire esilaranti, esperienze di vita fatte in comune e poi ha recitato la poesia “Natale a Bare Vecchie” composta da Emilio tanti anni fa.

Leggere aiuta a non solo a coltivare la memoria ma soprattutto a conoscersi meglio: e questo libro è come una speciale lettera che Emilio ha inviato alle persone care, rivelando emozioni e sentimenti che difficilmente si riescono ad esprimere a voce.

Certo i vuoti non si colmano, le assenze pesano sul cuore ma c’è la possibilità di serrare i ranghi e di restare vicini e solidali hanno detto Pino e Nunzia Pepe ringraziando tutti ed innanzitutto i padroni di casa “Apulia Food Events”, Nicola Debartolo, Gerardo Racanelli e lo stesso Giorgio Donald.

Sulla scia dei ricordi più belli testimoniati con affetto dai tanti colleghi e amici presenti si è conclusa una serata che ha coinvolto ed emozionato tutti.

Un modo diverso di celebrare una persona “speciale”!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui