Home Autonomie locali Elezioni amministrative 2021

Elezioni amministrative 2021

  • Obiettività e completezza sono i criteri cui deve ispirarsi l’informazione : invito aperto del Corriere di Puglia e Lucania ( http://www.corrierepl.it) a dare spazio a tutte le forze politiche scese in campo per le amministrative 2021.

Preliminarmente è doverosa una premessa necessaria .

Tecnicamente il concetto di par condicio non ha nulla a che vedere con il diritto di cronaca, perché è estraneo al concetto di informazione.

La par condicio nasce, in osservanza del pluralismo, per garantire a tutte le forze politiche eguali possibilità di comunicare con gli elettori e riguarda il rapporto tra forze politiche ed elettori, ossia la comunicazione politica.

Non invece quel rapporto, mediato dalla figura del giornalista, tra fatto e collettività che è alla base dell’informazione.

“Informazione” e “comunicazione politica” sono due realtà opposte.

La differenza è evidente sia nel soggetto generatore che nell’oggetto.

Con l’informazione, che è generata dal giornalista, si porta a conoscenza della collettività un fatto.

Con la comunicazione politica, che è generata dal soggetto politico, si cerca di convincere l’elettore della bontà del proprio modo di governare il paese, comunicandogli una valutazione, di parte, che come tale divergerà da quella del politico appartenente a diversa area.

Ciò posto siamo perfettamente consapevoli che nella visione di uno Stato democratico, il tentativo di convincere gli elettori a votare per una forza politica piuttosto che per un’altra logicamente può essere regolato da un principio di parità nell’accesso ai mezzi di comunicazione.

Ne consegue l’utilità e l’opportunità del nostro invito aperto ad accettare la ricezione e la pubblicazione di ogni intervento politico relativo alle imminenti elezioni amministrative 2021, assicurando sin da ora la par condicio nella comunicazione politica, ma non la sua ontologica applicabilità all’informazione.

Per quanto ci riguarda esiste una sola verità: quella di per sé garantita da un’informazione obiettiva, completa, imparziale.

Ribadiamo infatti a muso duro che anche se il pluralismo politico, correttamente inteso, vuole che la stampa testimoni e illustri obiettivamente le diverse realtà politiche operanti nel paese, l’informazione deve forzatamente essere basata sul fatto obiettivo e non sulle opposte interpretazioni che di esso forniscono parti portatrici di interessi contrapposti.

Sarebbe come pensare di fare emergere la verità in un processo basandosi esclusivamente sulle argomentazioni degli avvocati delle parti, anziché sulle prove.

E non è nostra abitudine allontanarci dalla realtà fattuale .

Nell’augurare a tutte le forze scese in campo un ottima riuscita delle proprie idee, prerogative e interessi ,ci piace salutarvi ricordando le parole di SIR WINSTON CHURCHILL

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

Dr.Antonio Peragine 

Avv. Daniela Piesco

 

direttore@corrierepl.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui