Home Cronaca Altamura – Recrudescenza del fenomeno degli abusi edilizi con la complicità di...

Altamura – Recrudescenza del fenomeno degli abusi edilizi con la complicità di tecnici liberi professionisti

Altamura – Recrudescenza del fenomeno degli abusi edilizi con la complicità di tecnici liberi professionisti, mentre continua il contrasto all’abbandono dei rifiuti alla periferia

Giovanni Mercadante

Ten. Col. Michele Maiullari, Comandante Polizia locale

Con un comunicato stampa diramato dalla Polizia locale di Altamura, il Comandante   Ten. Col. Michele Maiullari fa sapere che il fenomeno degli abusi edilizi si nasconde anche nelle stanze degli uffici tecnici dei liberi professionisti, quelli che conoscono bene le normative e  dovrebbero agire  da deterrente sul territorio per evitare pesanti sanzioni. Invece, sono i primi a rendersi complici di un fenomeno difficile da sradicare.

Si riporta qui appresso il contenuto della nota  pervenuta.

Ancora raffiche di denunce e sequestri nell’ultimo periodo da parte della Sezione Controllo del Territorio della Polizia Locale Altamura che ha individuato una serie di abusi edilizi col deferimento, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria di nove soggetti tra cui tecnici liberi professionisti e titolari di imprese esecutrici dei lavori a cui, a breve, verranno notificati le rituali informazioni di garanzia.

Nel corso di tre distinte operazioni di controllo è stato dapprima individuato un manufatto edilizio di circa 20 mq. sul piano di calpestio di un terrazzo condominiale; poi, due recinzioni con annessi piazzali completamente abusivi in zone di campagna in cui vigono determinati vincoli tali da configurare trasformazione urbanistica territoriale per oltre 10.000 mq.

Ancora un’area completamente abusiva, sottoposta a sequestro penale, nella quale sono stati realizzati strutture edili comprendenti una superficie di oltre 30.000 metri cubi, sempre in zona periferica, anch’essa soggetta a determinati vincoli ambientali.

Oltre a tali operazioni, continuano delicate indagini delegate dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Bari in riferimento ad abusi edilizi scoperti tempo addietro per cui i proprietari non hanno ancora ottemperato alle relative ordinanze di demolizione.

Sul fronte ambientale si segnala l’ennesimo deferimento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari di un soggetto, di circa 60 anni, che qualche mese fa venne beccato nello sversare rifiuti all’interno di uno degli scorci più suggestivi e belli del nostro territorio, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, vituperato da tali gesti incivili e odiosi.

Questi, sebbene destinatario di un’apposita ordinanza sindacale ha completamente disatteso l’ordine impartito e, dopo il sopralluogo di verifica è stato denunciato; si spera, ora, che intervenga subito il Servizio Ambiente del comune di Altamura procedendo alla bonifica dei luoghi con relativo addebito delle spese sostenute.

Individuati, altresì, un centinaio di soggetti a cui sono stati notificate multe salatissime, oltre 600 euro con conseguente obbligo di bonificare i siti inquinati se non vorranno incorrere in ulteriori guai con la magistratura.

Sequestrata anche un’area di oltre 1000 mq. adibita a discarica i cui proprietari sono stati denunciati alla competente A.G. per violazioni al D.Lgs. 152/2006 (Testo Unico Ambientale), sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi per individuare il concorso nel medesimo reato di altri soggetti. 

Il nostro ambiente va sempre salvaguardato da scempi edilizi e ambientali ha dichiarato il dott. Maiullari poiché è nostro compito precipuo lasciare alle future generazioni un territorio salubre e pulito e, pertanto, in tale contesto, sebbene con risorse esigue di personale, non abbasseremo mai la guardia. Continueremo, grazie alla professionalità della specifica Sezione a cui va il mio personale plauso e ringraziamento, a monitorare il nostro vasto territorio nella speranza che i cittadini collaborino sempre con le istituzioni”conclude con un filo di amarezza il Comandante della Polizia Locale di Altamura.-

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui