Arte, Cultura & Società

Poesia.’ Pane e…Quotidiano’

 L’appuntamento è ogni mercoledì.

Augurandovi buona estate vi invitiamo a continuare a respirare poesia!

Maria Pia Latorre    –      Ezia Di Monte

La Redazione

^^^

L‘8 agosto 1883 nasceva a St. Louis nel Missouri da famiglia molto agiata, Sara Teasdale, famosa negli U.S.A specialmente fra le giovani generazioni.

La sua esistenza è trascorsa tra  problemi di salute che non le permisero di frequentare regolarmente una scuola pubblica. Alcuni anni prima del suicidio scoprì la sua omosessualità.

Cominciò a scrivere durante gli anni dell’adolescenza, mentre studiava presso il Mary Institute e l’Hosmer Hall.

La prima pubblicazione è datata 1907, ma scrisse molte liriche che vennero date alle stampe soprattutto nel decennio successivo e che la fecero conoscere per l’intensità dei versi.

Nel 1918 con Love Songs vinse il suo primo Pulitzer Prize di poesia.

 

La solitaria

Col passare degli anni s’è arricchito il mio cuore,
ed ho meno bisogno oggi di ieri
di vendere me stessa al primo compratore
o di dare parola ai miei pensieri.

Che ci sia un uomo o no, non cambia niente
se ho me stessa e da me so dove andare:
posso scalare il colle in una notte ardente
lo sciame delle stelle contemplare.

Pensino pure d’avere il mio amore,
ch’io li rimpiango, sola e senza scorta –
se giova al loro orgoglio, a me che importa?
Basto a me stessa, come pietra o fiore.  

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button