Eventi & Spettacoli

Grande successo per Marateale – Premio internazionale Basilicata


Prima di dedicarsi completamente alla sua opera prima,  la giornalista e regista, Janet De Nardis, ha condotto  per la quarta volta “Marateale – Premio Internazionale Basilicata”, intervistando giovani creativi e artisti affermati del panorama italiano e internazionale.

Sabato 30 Luglio è terminata  “Marateale – Premio Internazionale Basilicata” la manifestazione diretta da Nicola Timpone insieme a Antonella Caramia  presidente dell’Associazione Cinema Mediterraneo.Tutti gli eventi tra proiezione, masterclass, dibattiti, tavole rotonde e interviste si sono svolte nella magnifica cornice dell’Hotel Santavenere nel pieno rispetto delle norme anti – covid.

Marateale ha così acceso i riflettori sulla settima arte, portando grandi personaggi a cielo aperto, nella magnifica perla del Tirreno.

Cinque giornate che ha visto alternarsi conduttori d’eccezione, a partire da Janet De Nardis, per proseguire con Carolina Rey, Monica Marangoni, Veronica Maya e Beppe Convertini. Fra i numerosi ospiti e premiati della 13esima edizione di Marateale: Carlo Verdone,  la star hollywoodiana Matt Dillon, Luca Ward, Nancy Brilli, Andrea Roncato, Giovanni Allevi,  Lillo, Arianna Bergamaschi, i registi Paolo Genovese, Giovanni Veronesi e Cinzia Th Torrini, Christian Marazziti, Elisabetta Pellini, Peppone Calabrese, Ludovica Lirosi, Mirko Gisonte, Federico Zampaglione, Teresa Razzauti, Giglia Marra, Giulia Ragazzini e Gianluca Mech e la giovanissima Alice Maselli.

Grande successo a Marateale per le masterclass con Maria Pia Ammirati e Paolo Del Brocco. Janet De Nardis, perfetta padrona di casa a Maratea con la conduzione dello “Spazio talk”, è direttrice del  Digital Media Fest ed è in attesa di iniziare le riprese di “Good Vibes” , lungometraggio che dirigerà (scritto insieme a Ersilia Cacace e Mirko Vigili). Giornalista, conduttrice ed esperta della settima arte, è riuscita in questi anni e in questo periodo di pandemia  a portare avanti le sue idee e i suoi progetti.

Dopo il cortometraggio Punto di Rottura, in cui ha affrontato la tematica ambientale, i danni causati al Pianeta a causa del rapporto alterato tra uomo, natura e tecnologia, con il suo prossimo film,  “Good Vibes”, prodotto da Claudio Bucci, la De Nardis affronterà il tema della tutela della privacy, il tutto in chiave fanta-tecnologica.

Un film a episodi, concatenati e incalzanti, in cui, seguiremo il destino di un telefono e dei suoi proprietari. Con questa nuova opera, Janet De Nardis, vuole continuare Il suo impegno professionale caratterizzato come sempre, da una profonda sensibilità verso il sociale.

 
 
 
 
10 allegati
 
 
 
 
 
 
 
 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button