Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori Gianmarco Tamberi e Mutaz Essa Barshim

Gianmarco Tamberi e Mutaz Essa Barshim

Gianmarco Tamberi e Mutaz Essa Barshim
di Giovanni Mongelli
 
Gianmarco Tamberi e Mutaz Essa Barshim, da sempre grandi rivali e grandi amici, sono appaiati in testa alla gara di salto in alto con la misura di 2.37 e tre nulli a 2.39.
 
L’arbitro spiega loro che possono proseguire con un salto aggiuntivo per determinare il vincitore.
 
Barshim allora domanda al giudice: 
“Possiamo vincere l’oro entrambi?”
 
Risposta:
“È possibile. Se decidete, siete campioni.”
 
Barshim, a quel punto, si volta verso Tamberi.
“Let’s make History, man!” Facciamo la Storia. 
 
E Tamberi allora gli salta addosso pazzo di gioia, uniti nello sport, nell’amicizia, nell’infortunio (la stessa caviglia) e ora anche nell’oro, che hanno deciso di dividere e condividere. 
 
Tutto il senso dello sport in un esatto momento che solo le Olimpiadi sanno regalare. Che meraviglia. Questo è ancora un esempio di vita per gli italiani e tutto il mondo intero sportivo, per gli italiani anche a livello politico senza andare nei dettagli, si fanno solo festeggiamenti caroselli per questioni economiche. Gente super pagata, la verità la cultura, l’umiltà, lo spirito di sacrificio ed i veri valori della vita. Due esempi diversi al modo intero: uno positivo, quello degli atleti e l’altro negativo, italiano e non solo, al mondo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.