Sport & Motori

Azzurre del volley ancora ko, pareggia il Settebello 

Seconda sconfitta nel girone per le ragazze della pallavolo, ora i quarti, avanza anche la pallanuoto maschile; nella finale del salto in lungo Randazzo chiude ottavo  

Italvolley femminile

Seconda sconfitta consecutiva per le azzurre del volley nel torneo olimpico di Tokyo. L’Italia del ct Davide Mazzanti ha perso 3-2 (21-25 25-16 25-27 25-16 15-12) contro gli Stati Uniti e ha visto sfumare la possibilità di chiudere al primo posto il girone B per assicurarsi un incrocio più semplice nei quarti: le azzurre dovranno invece attendere il sorteggio per capire se affronteranno la Serbia o la terza classificata del gruppo A.

Finisce con un pareggio, invece, il girone di qualificazione del Settebello nel torneo olimpico di pallanuoto. Costretti ancora una volta a rincorrere dall’inizio, contro l’Ungheria gli azzurri di Sandro Campagna hanno trovato il definitivo 5-5 nei minuti finali. La larga vittoria (14-5) della Grecia sugli Stati Uniti ha relegato l’Italia al secondo posto del gruppo, in attesa di conoscere il nome dell’avversaria nei quarti di finale in programma mercoledì. 

Nell’atletica niente da fare per Filippo Randazzo: dopo l’ottimo 8,19 in qualificazione, l’azzurro non e’ andato oltre il 7,99 nella finale del salto in lungo vinta dal greco Miltiadis Tentoglou (8,41), chiudendo all’ottavo posto. “Bronzo abbordabile? Ci credevo, ci ho provato”, ha dichiarato Randazzo. “Il salto di qualificazione – ha aggiunto – faceva presagire qualcosa di più ma oggi non sono riuscito a ripetermi. So di valere più di 8.20”.

Buon esordio nei 200 metri piani per Gloria Hooper e Dalia Kaddari che hanno ottenuto la qualificazione alle semifinali. Stessa sorte per Gaia Sabbatini nei 1.500 metri, mentre è stata eliminata Federica Del Buono.

Nella canoa sprint comincia bene Francesca Genzo, qualificata alle semifinali del K1 200 metri con il secondo posto in batteria. In semifinale anche Samuele Burgo, che però è stato costretto a passare dai quarti dopo il 3° posto in batteria. AGI

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button