Cronaca

Vietri (FdI): con Melucci anche aumento della Tari

Taranto – Due milioni e quattrocentomila euro di costi in più certificati dall’Agenzia Regionale sul servizio rifiuti del comune di Taranto che pagheranno i cittadini.

Melucci col nuovo piano della differenziata del comune oltre a rendere un servizio inefficiente risulta ancora più oneroso.

Nonostante il sindaco avesse affermato che questo piano della differenziata avrebbe ridotto il costo della Tari a carico dei contribuenti.

Melucci contraddetto dai numeri

44 milioni e settecentomila euro, esorbitanti appunto, che i cittadini sono costretti a versare nelle casse comunali, nonostante la Tari fosse già alle stelle.

Ma continua a salire ancora e così questi ulteriori maggiori costi assorbiranno anche il ristoro del fondo covid Tari previsto nel decreto sostegno

Ristoro previsto per attenuare l’impatto finanziario sulle categorie interessate dalle chiusure obbligatorie e dalle restrizioni nell’esercizio delle proprie attività.

 

Queste risorse del governo, quasi due milioni, non saranno neanche percepite dai tarantini perché la riduzione che apporteranno sarà vanificata dai maggiori costi che saranno addirittura superiori ai ristori.

 

Eppure, in fase di approvazione del nuovo piano della differenziata, il sindaco aveva declamato che l’Amiu sarebbe diventata azienda leader nel settore dell’economia circolare…

 

Che la differenziata porta a porta sarebbe stata estesa entro il 2020 su tutto il territorio nazionale e che al 31 dicembre scorso si sarebbe raggiunto il 50% di raccolta differenziata di qualità oltre che di quantità.

 

Nulla di tutto ciò si è avverato, tant’è che il Comune di Taranto non ha ricevuto neanche il bonus sull’ecotassa dalla regione, non avendo raggiunto gli obbiettivi minimi di differenziata previsti.

 

Tanta improvvisazione ed incompetenza che pagheranno i tarantini già vessati:

dall’Imu al massimo

dall’addizionale comunale all’Irpef al massimo

ed ora ci mancavano questi maggiori costi sul servizio rifiuti

 

Pensare che qualche giorno ci sono stati i provvedimenti vessatori e folli assunti dalla giunta comunale sull’estensione delle aree soggette a parcheggio a pagamento e sul pagamento del parcheggio anche nelle ore pomeridiane.

 

Tutte scelte politiche assunte dall’amministrazione Melucci che invece ha dirottato risorse per consulenze esterne, staffisti, feste e festicciole.

 

Giampaolo Vietri – Capogruppo Fratelli d’Italia al Comune di Taranto

 

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button